ASSEMBLEA NAZIONALE CNA AD ANCONA, 5 MILA ARTIGIANI PICCOLI IMPRENDITORI E PENSIONATI HANNO FATTO LA STORIA.

Sono intervenuti il premier Giuseppe Conte e il ministro per lo Sviluppo Economico Stefano Patuanelli

ASSEMBLEA NAZIONALE CNA AD ANCONA, 5 MILA ARTIGIANI  PICCOLI IMPRENDITORI E PENSIONATI HANNO FATTO LA STORIA.

Cinquemila tra artigiani,  piccoli imprenditori e pensionati, tutti insieme riuniti per un evento associativo, non s’erano mai visti. E non solo in CNA. Un’occasione da ricordare. E non solo per la CNA.

E insieme agli imprenditori la Cna ha riunito al Palaprometeo Estra “L.Rossini” di Ancona, moltissimi Sindaci, con le loro fasce tricolori, espressioni del territorio marchigiano. E con loro parlamentari, rappresentanti delle istituzioni civili, religiose e militari per un quadro d’insieme imponente e indimenticabile, che dà prestigio e forza a tutta la Cna.

Ad Ancona l’assemblea annuale della Confederazione ha lasciato sbalorditi dirigenti e iscritti venuti da tutta Italia, molti partiti nel cuore della notte, a macinare centinaia e centinaia di chilometri. Uno sbalordimento ovvio per loro. Meno ovvio è che l’assemblea abbia fatto la sua evidente impressione anche in autorità e ospiti. Per il colpo d’occhio del PalaPrometeo gremito in sala e sugli spalti abituati ad accese sfide di pallacanestro. E per l’organizzazione funzionante come un orologio. Svizzero e di qualità.

link video assemblea https://youtu.be/4kaTC2_cDlc

https://www.youtube.com/watch?v=rCEUmyfOkkU

https://www.youtube.com/watch?v=K1lKAsXOWuk

Il saluto del presidente Mattarella

Nel saluto all’Assemblea Nazionale Cna, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella , ha ricordato come “la creatività italiana può trovare una leva importante nella transizione digitale, che amplia le possibilità di personalizzare i prodotti e di accedere a un mercato più ampio anche per le piccole aziende in differenti settori: dall’agroalimentare, alla manifattura, al turismo.

Le istituzioni, — insieme alle parti sociali, debbono accompagnare questo percorso con una strategia complessiva, assicurando un ambiente che favorisca l’imprenditorialità e lo sviluppo sostenibile, incluse regole semplici, amministrazioni efficienti ed una fiscalità equa, che non distorca la concorrenza tra operatori.”

La relazione del presidente Cna Nazionale Daniele Vaccarino

Al premier Conte e al ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli, il presidente Cna Nazionale Daniele Vaccarino, ha ricordato che non è più tempo per soluzioni parziali e rimedi tampone. Le sfide che deve affrontare l’Italia richiedono scelte coraggiose e lungimiranti, di grande respiro”. Dal palco dell’assemblea annuale ad Ancona, davanti a una platea di oltre 5mila persone, Vaccarino, ha lanciato  un appello al Paese a mobilitarsi per uscire da una stagnazione ormai cronica e ridare fiducia. Il presidente Vaccarino ha sollecitato l’avvio di un confronto costante e strutturato tra il Governo e le parti sociali “per costruire un progetto di grande qualificazione e crescita dell’Italia. Gli artigiani e i piccoli imprenditori faranno la loro parte e CNA è pronta a dare il suo contributo con tutta l’intelligenza e la passione di cui siamo capaci

 L’intervento del presidente del Consiglio Giuseppe Conte

“Dialogare insieme per trovare le misure giuste per favorire la crescita del Paese”. Il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha partecipato  all’assemblea annuale della CNA sottolineando il ruolo di artigiani e piccole imprese: “l’Italia è ammirata e rispettata nel mondo per la qualità dei prodotti, delle eccellenze delle manifatture artigiane”. E questo “ci rende più forti nel mondo, le nostre eccellenze sono davvero apprezzate in tutto il mondo, vantiamo un primato in Europa, un nostro valore che dobbiamo conservare e rinnovare”.

Le parole del ministro per lo Sviluppo Economico Stefano Patuanelli

Il premier è stato preceduto dal ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, che ha sottolineato la necessità di “dare certezze a chi fa impresa. L’impegno è di definire un piano triennale per Impresa 4.0”. L’altro annuncio del ministro ha riguardato l’annoso problema dell’accesso al credito. “Il credito è un tema fondamentale per la piccola impresa – ha sottolineato Patuanelli – per questo serve una banca pubblica per gli investimenti che consenta alle piccole imprese di accedere ai finanziamenti”.

L’esibizione di 77 angeli blu

Settantasette ginnaste in body blu con volant bianco e alto chignon, hanno emozionato i 5mila artigiani e imprenditori portando in scena una coreografia che parla di futuro, di giovani generazioni e del saper fare italiano. Le atlete, dagli 8 ai 15 anni, fanno parte di due scuole, entrambe marchigiane, la società Ginnastica Fabriano e l’Associazione ginnastica giovanile Ancona, capitanate dalle insegnanti Giorgia Giovagnetti e Valeria Carnali.

Da Gaia, la più piccola d’età, a Beatrice, la più grande, le ragazze hanno danzato davanti a una platea che ospitava anche il presidente del consiglio Giuseppe Conte, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, e numerose autorità, dal presidente della Regione Marche al sindaco di Ancona.

“Imprenditori supereroi”, la canzone di Lorenzo Baglioni dedicata agli artigiani

L’Assemblea Nazionale Cna si è conclusa con il brano rap “Imprenditori supereroi” composto per l’occasione da Lorenzo Baglioni che ha offerto parole e musica al saper fare artigiano.

 

Così in palasport, che racconta di grandi imprese sportive, di tribune roventi, di cori che uniscono o dividono, ha messo insieme per una volta migliaia di storie personali, familiari, imprenditoriali di italiani che “si svegliano al mattino” mentre “il mondo intorno sta dormendo” e “il sole ancora non c’è”. Sollevando un’onda adrenalinica,  mentre Lorenzo Baglioni cantava il suo inno all’orgoglio artigiano.