BANCA MARCHE E CNA, PROSEGUE IL RAPPORTO DI COLLABORAZIONE

foto GregoriniSi sono incontrati  ad Ancona i Commissari della banca Feliziani e Terrinoni e il direttore Goffi con  il segretario dell’associazione artigiana Gregorini, con i presidenti ed i direttori provinciali.

 

BANCA MARCHE E CNA, PROSEGUE IL RAPPORTO DI COLLABORAZIONE

 

Cna e Banca Marche rinnovano il patto di collaborazione per il sostegno alle piccole e medie imprese della regione. Lo hanno ribadito i vertici dell’istituto di credito e quelli dell’associazione artigiana, che si sono incontrati ad Ancona, presso la sede della Cna Marche. Per Banca Marche erano presenti il direttore Luciano Goffi ed i commissari Giuseppe Feliziani e Federico Terrinoni. Per Cna Marche il segretario regionale Otello Gregorini insieme ai direttori ed ai presidenti provinciali.

“Per noi” ha dichiarato il segretario regionale Cna Otello Gregorini “Banca Marche rimane un imprescindibile riferimento nel panorama del credito regionale. Seguiamo con attenzione e condividiamo le azioni che i commissari ed il direttore Goffi stanno mettendo in campo nella riorganizzazione interna e per l’erogazione del credito a imprese e famiglie. In una situazione come quella attuale, Banca Marche mantiene comunque la sua operatività ed anche nel 2013 ha continuato a sostenete il sistema produttivo di piccole e medie imprese marchigiane”.

Le linee operative poste in essere da Banca Marche e condivise da Cna, sono state confermate dai partecipanti all’incontro, con particolare riferimento al sostegno alle reti d’impresa e alla imprenditoria femminile. Su questi e sugli altri aspetti dell’accordo tra Banca Marche e Cna Marche, sono stati concordati incontri periodici per fare il punto della situazione e per monitorare le attività congiunte a sostegno dell’accesso al credito per le piccole e medie imprese.

“Il radicamento territoriale e al vicinanza alle imprese artigiane” ha sostenuto Gregorini “trova una conferma nel lavoro svolto con Fidimpresa, il Confidi di riferimento della Cna Marche. Tra gennaio e settembre di quest’anno abbiamo realizzato con Fidimpresa 1.340 operazioni per complessivi 48,5 milioni di euro, pari al 38,4 per cento di tutte le operazioni garantiti dal Confidi artigiano. In tutto il 2012, le pratiche garantite da Fidimpresa e finanziate da Banca Marche erano state 2.157 per un importo di 85,6 milioni pari al 43,3 del totale.”

Dunque Banca Marche anni ha continuato, anche quest’anno, ad erogare  finanziamenti alle piccole e medie imprese marchigiane. Numeri importanti e decisivi per la tenuta del tessuto produttivo, che Banca Marche e Cna si augurano vengano mantenuti anche in futuro.