BANCA MARCHE SOSTIENE FIDIMPRESA PER IL CREDITO AGLI ARTIGIANI

BANCA MARCHE HA SOTTOSCRITTO STRUMENTI FINANZIARI PARTECIPATIVI EMESSI DA FIDIMPRESA MARCHE PER 600MILA EURO

 

Ancona, 2 marzo 2012 – Banca Marche ha sottoscritto 12 quote, per un importo complessivo di  600mila euro, dello “strumento finanziario partecipativo” emesso da Fidimpresa Marche. L’operazione è stata perfezionata con l’obiettivo di rafforzare la struttura patrimoniale del Confidi regionale della Cna, vigilato dalla Banca d’Italia e con cui Banca Marche ha stretto da anni una forte relazione commerciale. La sottoscrizione dello strumento finanziario partecipativo rappresenta la modalità con cui un istituto di credito può sostenere i consorzi di garanzia, dato il divieto di acquisire direttamente quote di capitale.

“La decisione di Banca Marche”  sostengono  Renato Picciaiola presidente Cna Marche e Alberto Barilari presidente di Fidimpresa Marche “di contribuire alla capitalizzazione di Fidimpresa con 600 mila euro  nel 2011, consentirà al nostro Confidi di garantire maggiori finanziamenti alle imprese marchigiane e dimostra la fiducia di Banca Marche nei nostri confronti. Un rapporto, quello tra Cna,  Fidimpresa Marche e Banca Marche, che nel 2011 ha consentito a Fidimpresa di realizzare 1.794 operazione di garanzia per i prestiti di Banca Marche alle imprese, per un importo 85,8 milioni di euro di cui 34,2 garantiti dal Confidi Cna. In un momento così difficile a causa della stretta creditizia, si tratta di un sostegno fondamentale per le imprese”

Fidimpresa Marche è il più grande ed importante dei Confidi marchigiani cosiddetti “107”, cioè un consorzio fidi con requisiti patrimoniali rafforzati che ha ottenuto dalla Banca d’Italia la veste di intermediario finanziario vigilato. La convenzione con Fidimpresa Marche, di cui l’operazione oggi formalizzata costituisce un rafforzamento, permette a Banca Marche di accantonare, a parità di erogazioni,  meno capitale a presidio del rischio di credito. Questo significa che la banca può finanziare di più e a condizioni migliori le piccole e medie imprese che ottengono la garanzia di Fidimpresa Marche. 

 “Questo finanziamento concesso a Fidimpresa Marche conferma la nostra politica di supporto al sistema delle piccole e medie imprese” – spiega il presidente di Banca Marche, Michele Ambrosini – utilizzando tutte le sinergie possibili tra due reti commerciali (banca e Confidi) particolarmente presenti sul territorio.  “La nostra banca ha da sempre riservato un ruolo privilegiato ai consorzi fidi e alle associazioni di categoria di cui spesso i Confidi sono emanazione, impostando un rapporto di partnership basato sul reciproco rispetto e la condivisione del rischio. La collaborazione con Fidimpresa Marche può consentire di mobilitare notevoli risorse finanziarie anche  in una situazione congiunturale difficile”.