BOLLETTA ELETTRICA,SI CONTINUA AD AGEVOLARE LA GRANDE INDUSTRIA E A PENALIZZARE LE PMI

foto energiaRETE IMPRESE ITALIA: “COSÌ SI ALLARGA  IL DIVARIO COMPETITIVO TRA LE PICCOLE IMPRESE ITALIANE E LA CONCORRENZA ESTERA”

“Siamo seriamente preoccupati per la previsione di nuovi rincari sulle bollette che le piccole e medie imprese saranno costrette a subire a partire dal primo gennaio per un insieme eterogeneo di misure”. Lo afferma un comunicato stampa di Rete Imprese Italia. “A partire dal 2014 – continua la nota – le Pmi subiranno in bolletta l’aggravio di un’altra componente, la cosiddetta Ae, destinata a coprire le nuove agevolazioni a favore delle grandi industrie, alla quale si aggiungeranno ulteriori aumenti su voci già esistenti, relative, per esempio, alla distribuzione e al dispacciamento. Quest’ulteriore rischio di aggravio delle bollette, che si aggiunge a un sistema di distribuzione degli oneri energetici già sperequato a danno delle piccole imprese, aumenterà ancora di più il divario competitivo tra le Pmi italiane e le loro concorrenti estere”.
“Un pressante invito – conclude il comunicato – è stato rivolto, intanto, da Rete Imprese Italia all’Autorità per l’Energia affinché possa intervenire nell’ambito del proprio compito di soggetto regolatore”.