CNA FITA MARCHE: REGIONE, AIUTO ALLE IMPRESE DI TRASPORTO PERSONE

AIUTARE LE IMPRESE DI TRASPORTO PERSONE, UNA MOZIONE DEL CONSIGLIERE BIANCANI E UN APPELLO DI CNA FITA MARCHE AL PRESIDENTE CERISCIOLI

Mettere in campo misure di sostegno a fondo perduto per le imprese marchigiane del trasporto persone. Lo aveva chiesto Cna Fita Marche alla Regione e lo avevano ribadito gli operatori del settore in videoconferenza al consigliere regionale Andrea Biancani. Ora le richieste della categoria sono state messe nero su bianco da Biancani in una interrogazione al Presidente della Giunta regionale Luca Ceriscioli.

“Ringraziamo il consigliere Biancani” dichiara il responsabile Cna Fita Marche Riccardo Battisti “per aver recepito le nostre richieste e per aver capito che sono vitali per la sopravvivenza delle 229 imprese del settore con oltre 2 mila addetti, tra quelle con autobus, i taxisti e il noleggio con conducente. Con un calo delle attività del 90 per cento dagli inizi di marzo, senza aiuti molte di loro sarebbero costrette a cessare l’attività. Ci auguriamo che Ceriscioli accolga positivamente la mozione di Biancani per la cancellazione della tassa automobilistica almeno per i mesi di attività, per un sostegno alle spese che le imprese dovranno sostenere per la ripresa dell’attività in sicurezza e per un coinvolgimento delle stesse nell’attuazione del nuovo Piano per la Mobilità Regionale nel periodo di coesistenza con il Covid 19.”

Cna Fita Marche chiede alla Regione di affiancare il trasporto pubblico locale con autobus, NCC e taxi privati, per coprire tratte di minor traffico, per integrare il servizio sulle tratte a più alta densità di viaggiatori e per istituire nuovi servizi a chiamata per i centri più piccoli e per gestire nuove linee ed orari per la gestione degli ingressi nelle scuole e nelle aziende.Inoltre auspica la destinazione di quota parte dei servizi di trasporto sociosanitario, pari al 40 per cento, alle imprese di trasporto private.

Interrogazione Biancani Trasporto locale (1)