CNA: “LUCI E OMBRE NEL RIORDINO DELLE CAMERE DI COMMERCIO”

logo camere commercio (2)“Luci e ombre nel riordino delle Camere di commercio, approvato dalla Camera dei deputati all’interno della riforma della Pubblica amministrazione”. Lo si legge in un comunicato della Cna dopo il via libera di Montecitorio in attesa del passaggio definitivo al Senato.

“Sono sicuramente importanti – sottolinea la nota – la scelta di mantenere la gestione del Registro delle imprese in capo alle Camere di commercio e il piano di riduzione delle partecipazioni societarie e delle aziende speciali. Siamo invece perplessi e preoccupati per  la prevista riduzione delle risorse destinate alla promozione delle attività di sviluppo del territorio”.

“La riforma nel suo complesso – spiega il comunicato – è una prima, importante, tappa per la costruzione di uno Stato efficiente, veloce, funzionale alle esigenze di cittadini e imprese. La delega  getta le basi per facilitare l’attività d’impresa, intervenendo su temi importanti come la Segnalazione certificata di inizio attività, la Conferenza dei servizi, l’autotutela amministrativa, l’organizzazione periferica, le società partecipate, il silenzio assenso tra amministrazioni, la semplificazione e l’accelerazione dei procedimenti amministrativi”.

“Per la Cna – conclude la nota – è un passo nella giusta direzione anche l’avvio della ricognizione dei procedimenti soggetti a Scia, privilegiando  forme di controllo ex post sulle attività. Giudizio positivo, infine, sulla revisione della disciplina della Conferenza dei servizi e sul taglio dello stock di leggi che ingolfano le amministrazioni”.