CNA MARCHE, APPELLO ALLA POLITICA “PIU’ SVILUPPO, MENO TASSE E BUROCRAZIA”

Confronto con gli onorevoli Paolo Giuliodori (M5S) e Alessia Morani (PD) il 10 dicembre nella sede di CNA Marche.

Gli emendamenti alla Legge di Bilancio proposti dalla Cna saranno illustrati da Claudio Giovine, direttore dipartimento economico Cna Nazionale. L’iniziativa ad Ancona lunedì 10 dicembre alle ore 17,30 nella sede della Cna Marche, sala G.Drudi, via Sandro Totti 4.

  Mentre in Parlamento si discute la legge di Bilancio, la Cna Marche lancia un appello alla politica per chiedere “Più sviluppo, meno tasse e burocrazia”. Per il raggiungimento di questi obiettivi la Cna ha proposto degli emendamenti, alcuni dei quali sono stati fatti propri e presentati

alla discussione delle Camere. Gli emendamenti proposti dalla Cna saranno illustrati ad Ancona lunedì 10 dicembre alle ore 17,30 nella sede della Cna Marche, sala G.Drudi, via Sandro Totti 4 Ancona.

Dopo la relazione del presidente Cna Marche Gino Sabatini, interverranno gli onorevoli Paolo Giuliodori (M5S) e Alessia Morani (PD). A presentare gli emendamenti Cna alla legge di Bilancio sarà Claudio Giovine, direttore dipartimento economico Cna Nazionale.

“Artigiani e piccole imprese” dichiara il segretario Cna Marche Otello Gregorini “chiedono una Legge di Bilancio che sostenga gli investimenti in infrastrutture e rilanci gli appalti pubblici, leve della produttività e della competitività e garanzia di crescita economica. Siamo soddisfatti della decisione di portare l’esenzione Imu sui capannoni dal 20 al 40 per cento ed esprimiamo grande apprezzamento per l’annunciata abolizione del Sistri. Adesso vanno aperti i cantieri delle grandi e piccole opere pubbliche, imboccando senza indugio la strada della modernizzazione e dello sviluppo”.