CNA MARCHE, CONVEGNO A SENIGALLIA SUI RISPARMI ENERGETICI

foto convegno Cna Marche Esco SenigalliaDei programmi della Regione Marche e dei Fondi europei per l’energia, si e’ parlato a Senigallia presso la “Rotonda a Mare”. Una iniziativa organizzata da Cna Marche ed Esco Marche, con il patrocinio dell’Anci. Tra i partecipanti il sindaco di Senigalli e presidente Anci Marche Maurizio Mangialardi, il presidente regionale Legambiente Luigino Quarchioni, l’assessore alle Politiche Comunitarie della Regione Marche Paola Giorgi.

 

MARCHE, IN ARRIVO DALL’UNIONE EUROPEA I FONDI  PER RIDURRE I CONSUMI ENERGETICI,

 

Il Presidente Anci Marche Mangialardi: “ma i Comuni rischiano di non poterli spendere per non sforare il Patto di stabilita’”

 

Le Marche sono al settimo posto per la produzione di energia rinnovabile, con il 20,6 per cento del totale mentre i consumi di energia rinnovabile sono fermi al 10,9 per cento. Entro il 2020 dobbiamo arrivare al 20 per cento di energia ricavata da fonti rinnovabili e dobbiamo aumentare del 20 per cento l’efficienza energetica. Per questi obiettivi L’Unione  Europea ha messo a disposizione delle Marche 67,4 milioni di euro fino al 2020, di cui 27 milioni per la riduzione dei consumi energetici negli edifici pubblici e nelle reti di illuminazione e altri 27 per l’utilizzo  di veicoli a basso impianto ambientale nel trasporto pubblico. Infine 6,7 milioni per ridurre i consumi energetici nelle imprese e altrettanti per lo sfruttamento sostenibile delle bioenergie.

 

“Per i Comuni e’ fondamentale poter utilizzare i fondi europei per ridurre i costi energetici ma chiediamo alla Regione di introdurre percorsi che ci permettano di accedervi. Il Comune di Senigallia ha dovuto rinunciare all’efficientamento  energetico della scuola Marchetti  perché non abbiamo risorse per la quota di cofinanziamento a carico del Comune, a causa del Patto di Stabilità. Gli investimenti per l’efficienza energetica vanno esclusi dal Patto.”

Lo ha affermato il Sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi al convegno della Cna Marche sui programmi della Regione Marche e sui Fondi europei . Un’affermazione condivisa dall’Assessore regionale  ai Fondi Comunitari Paola Giorgi, che ha posto il tema dell’esclusione dei Fondi per il risparmio energetico dal Patto di Stabilità al Governo “perché gli investimenti fatti i questo settore consentiranno di tagliare i costi delle bollette energetiche dei Comuni per i prossimi anni”.

 “Questi finanziamenti” ha  affermato il segretario Cna Marche Otello Gregorini “ possono costituire, se ben utilizzati, una importante opportunità per ridurre il consumo di energia negli edifici pubblici,  ridurre le emissioni di gas serra, aumentare l’utilizzo di energia ricavata da fonti rinnovabili e sostenere l’attività delle imprese impegnate nel settore energetico e nell’edilizia.”

Dei programmi della Regione Marche e dei Fondi europei per l’energia, si e ‘ discusso  presso la “Rotonda a Mare” di Senigallia.   Dopo l’apertura dei lavori di  Marco Bilei, responsabile Ambienta ed Energia della Cna sono intervenuti il Sindaco di Senigallia e presidente Anci Marche Maurizio Mangialardi,  Elena Montironi per la Svim,  Cinzia Colangelo project manager Ite Regione Marche, il presidente regionale di Legambiente Luigino QuarchioniSimone Baglieri della Banca Popolare di Ancona e Alessandro Angeletti di EscoMarche s.r.l.. Infine l’Assessore regionale alle Politiche Comunitarie Paola Giorgi ha  illustrato  i Fondi strutturali per l’Energia per il periodo 2014 – 2020. I lavori sono stati conclusi dal segretario Cna Marche Otello Gregorini.

foto convegno Cna Marche Esco Senigallia