CNA, NASCE IL PIÙ GRANDE CENTRO DI CONSULENZE E SERVIZI ALLE IMPRESE DELLE MARCHE

Creato super pool di esperti in materia di fisco, paghe, consulenza del lavoro e privacy

Al CRAI (Centro Regionale Artigianato e Imprese) aderiscono in questa prima fase le CNA di Ancona, Pesaro e Urbino e Ascoli

Da un progetto pilota ad una nuova importante realtà nel settore delle consulenze alle imprese. Nasce con un acronimo, CRAI (Centro Regionale Artigianato e Imprese), la più grande società di servizi alle imprese delle Marche costituita dalla CNA.

In una visione di integrazione, ottimizzazione delle risorse, delle competenze, la CNA ha deciso infatti di scegliere le migliori professionalità presenti in ogni struttura provinciale, di metterle insieme al fine di creare un “super pool” di esperti in campo fiscale, paghe e consulenza del lavoro, privacy.

A questa prima fase del nuovo progetto hanno aderito le CNA provinciali di Ancona, Pesaro e Urbino e Ascoli Piceno che da sole rappresentano oltre 13mila imprese. Ma il processo di integrazione, che dalla fase sperimentale è già passato a quella operativa, è rivolto in prospettiva anche alle altre CNA provinciali delle Marche.

Ieri la presentazione del nuovo CRAI nella Sala della Croce Rossa di Marotta – località baricentrica tra le province di Pesaro e Ancona – che avrà però la sua sede operativa ad Ancona, in via Totti accanto alla sede CNA delle Marche e a quella di Uni.co, la nuova società regionale di Garanzia.

 “Ragionando in una visione prospettica orientata al futuro – ha detto presentando ai dipendenti CNA, il presidente del Centro Regionale Artigianato e Imprese, Otello Gregorini – il Crai rappresenta un primo importante tassello in una logica che tiene conto delle trasformazioni avvenute nella società e nel mondo delle imprese in questi anni. Le logiche campanilistiche e territoriali, in un mondo dove la globalizzazione e la digitalizzazione hanno infranto qualsiasi barriera e messo tutto quanto in discussione, non hanno più alcun senso. Ecco perché la CNA ha deciso di organizzarsi con una realtà più specialistica che saprà dare risposte sempre più puntuali, specifiche e autorevoli ai propri associati in un processo di piena integrazione con le rispettive strutture provinciali”.

Alla presentazione erano presenti anche i segretari provinciali delle CNA di Ancona, Massimiliano Santini; di Pesaro e Urbino, Moreno Bordoni e quello di Ascoli Piceno Francesco Balloni che hanno ribadito la piena adesione delle rispettive strutture provinciali ad un progetto “dove non si snaturano e si disperdono territorialità e tradizioni ma anzi si valorizzano in un’ottica di piena integrazione”.

Gli obiettivi dichiarati sono infatti quelli di dare risposte sempre più puntuali, veloci e specialistiche ad ogni impresa delle Marche, in qualunque territorio o provincia essa si trovi”.

Quella del CRAI è sicuramente una sfida avvincente che metterà alla prova anche il modo di lavorare di tutti i dipendenti della CNA, chiamati per questo a non ragionare più in una visione strettamente settoriale ma di maggiore integrazione e collaborazione.

La nuova struttura del Crai avrà come coordinatori Gabriele Magi e Andrea Calcina. Per il settore normativa fiscale: Marco Galli e Claudio Zoppi. Settore procedure fiscali: Marco Carletti, Claudio Zoppi e Roberto Selle. Settore normativa paghe e consulenza del lavoro: Elisabetta Menghini e Deborah Primavera. Settore Procedure paghe: Cristina Ercoli Malacari e Giovanni Grilli. Settore privacy: Francesca Giuliani. Referente Crai Ascoli Piceno: Alessa Diomedi. Amministrazione interna: Sara Catalini. Segreteria: Giusi Agostinelli