CREDITO, SERVE UNA SVOLTA PER LE PICCOLE IMPRESE DELLE MARCHE. INIZIATIVA CNA MARCHE 20 SETTEMBRE

Giovedi 20 settembre si confronteranno ad Ancona Regione, banche, confidi e Cna

Gregorini; “nel primo semestre 2018 un artigiano su quattro ha investito nella sua azienda ma i prestiti alle piccole imprese sono diminuiti del 4,6 per cento”.

 Marche, torna la voglia di investire delle piccole e medie imprese ma non si arresta l’emorragia dei prestiti al sistema produttivo. Per affrontare questo problema e chiedere una svolta nell’accesso al credito delle aziende, la Cna ha organizzato un confronto con Regione, banche e Confidi. L’iniziativa si terrà Giovedì 20 settembre alle ore 18 nella sede Cna Marche ad Ancona (sala Drudi), via Sandro Totti 4.

“ Nel primo semestre 2018” afferma il segretario Cna Marche Otello Gregorini “il 23 per cento delle imprese artigiane con dipendenti ha investito in macchinari e attrezzature aziendali ma solo un terzo di loro ha investito in innovazione e tecnologia digitale. Potrebbero essere molti di più ma a frenarli è la difficoltà di accesso al credito. Infatti tra marzo 2017 e lo stesso mese del 2018 i prestiti bancari alle piccole imprese marchigiane sono diminuiti del 4,6 per certo. Per rilanciare il credito alle nostre imprese occorre un’alleanza tra banche, confidi, Regione e associazioni di categoria.”

 

Dopo la relazione del direttore del Centro Studi Cna Giovanni Dini, ne discuteranno il presidente Cna Marche Gino Sabatini, l’assessora regionale alle Attività Produttive Manuela Bora, il direttore generale di Intesa Sanpaolo Marche, Emilia Romagna, Abruzzo e Molise Tito Nocentini e il direttore della Società Regionale di Garanzia Marche Luciano Goffi. A coordinare il dibattito sarà Ilario Favaretto, economista e docente dell’Università degli Studi “Carlo Bò” di Urbino.

Al termine del confronto sul credito, si terrà l’Assemblea della Cna Marche per l’approvazione del bilancio consuntivo 2017 e del bilancio preventivo 2018.