CRISI – IL COMUNICATO CONGIUNTO DELLE PARTI SOCIALI

Nel pomeriggio di sabato 6 Agosto, poche ore dopo la conferenza stampa a Palazzo Chigi del Presidente Berlusconi, del

Ministro Tremonti e del Sottosegretario Letta, le imprese e i sindacati hanno diffuso un comunicato stampa congiunto, per

commentare le decisioni del Governo sulla crisi.

Ecco il testo del comunicato stampa congiunto.

Roma, 6 agosto 2011 – Con le decisioni annunciate ieri, il Governo ha preso atto della serietà della situazione sui mercati finanziari.

Apprezziamo, in particolare, l'impegno a sottoporre subito le misure al Parlamento e a costituzionalizzare l'obbligo del pareggio di

bilancio.

Siamo pronti a confrontarci con l'Esecutivo sulle misure che verranno proposte in materia di fiscalità e assistenza per anticipare il

pareggio di bilancio al 2013. Riteniamo opportuna una seria e rapida consultazione delle parti sociali su queste misure. In materia di

lavoro deve essere riconosciuto il ruolo degli attori sociali. Riteniamo che non vi sia alcun motivo di attendere una modifica

dell'articolo 41 della Costituzione, in sé positiva, per procedere alle liberalizzazioni e a quelle semplificazioni della Pubblica

amministrazione che possono ridurre gli oneri su imprese e cittadini e dare più spazio alla libera attività imprenditoriale e al mercato.

Ribadiamo che è necessario anticipare i tagli ai costi della politica; sarà altrimenti molto difficile chiedere sacrifici al Paese.

ABI

ALLEANZA COOPERATIVE ITALIANE (CONFCOOPERATIVE, LEGA COOPERATIVE, AGCI)

ANIA

CIA

CLAAI

COLDIRETTI

CONFAGRICOLTURA

CONFAPI

CONFINDUSTRIA

RETE IMPRESE ITALIA (CONFCOMMERCIO, CONFARTIGIANATO, CNA, CASARTIGIANI,CONFESERCENTI)