GRAZIANO DI BATTISTA NUOVO PRESIDENTE DELL’UNIONCAMERE MARCHE

FOTO DI BATTISTA FEDERICIGraziano di Battista, presidente della Camera di commercio di Fermo, guiderà per i prossimi due anni l’Unioncamere Marche. Lo ha eletto all’unanimità l’Assemblea dell’Unione regionale delle Camere di commercio marchigiane, che si è riunita questa mattina ad Ancona. Di Battista subentra ad Adriano Federici, che ha diretto l’ente camerale dal 2012 fino ad oggi.

Nato nel 1949 a Montegranaro, Graziano di Battista è amministratore unico dell’omonimo calzaturificio. Inoltre è vicepresidente della Confartigianato provinciale di Fermo e componente del Comitato di Filiera Moda di Unionfiliere. Da sempre interessato anche ai problemi di Montegranaro, prima come Sindaco e poi come Assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura fino al 2013. Dal due giugno del 2012 è Commendatore della Repubblica italiana.

L’Assemblea ha anche rinnovato la Giunta dell’Unioncamere Marche. Vicepresidente sarà Rodolfo Giampieri. Ne faranno parte Adriano Federici, Giuliano Bianchi con delega al Turismo e Alberto Drudi con delega all’Internazionalizzazione. Già fissata la nuova riunione della Giunta Unioncamere, che si terrà il 24 settembre, ed a seguire la riunione della sezione Internazionalizzazione.

 

DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE DI BATTISTA

“Insieme ai colleghi presidenti delle Camere di commercio marchigiane, che ringrazio per la fiducia accordatami” ha dichiarato Di Battista “nei prossimi anni mi impegnerò per consentire al sistema camerale di proseguire nei suoi impegni sull’internazionalizzazione, il credito, la formazione. Cercheremo di farlo utilizzando al meglio le risorse disponibili e cercando di intercettare i Fondi dell’Unione Europea, presentando a Bruxelles progetti specifici per la competitività del sistema produttivo marchigiano. Tutto questo malgrado l’incertezza che il sistema camerale sta attraversando, in attesa di una riforma annunciata ma che non è ancora chiara per le conseguenze che avrà, a causa del taglio di risorse. Un taglio di risorse che andrà a colpire enti che si autofinanziano con le quote delle imprese, grazie alle quali forniscono servizi importanti per le stesse imprese e per l’economia regionale. Seguirò personalmente – ha precisato Di Battista – il percorso della riforma, facendo parte, insieme al presidente della Camera di Commercio di Ancona, Rodolfo Giampieri, dell’Unioncamere nazionale”.

Nel suo intervento il neo presidente Unioncamere ha sottolineato l’importanza della formazione, auspicando una sempre   maggiore integrazione fra il sistema camerale marchigiano, l’Università, gli istituti tecnici e le imprese per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Si è inoltre soffermato sulla necessità per le imprese di sviluppare l’e commerce e di essere presenti sul web, ma anche sull’esigenza di poter disporre della banda larga e ultra larga per competere. Preoccupazione è stata espressa per le ripercussioni sull’economia marchigiana delle sanzioni verso la Russia, “in particolare per l’agricoltura, l’enogastronomia e il calzaturiero, con gli ultimi dati export che confermano la fondatezza dei nostri timori.”

“L’Unioncamere Marche” ha concluso Di Battista “guarderà con grande attenzione al prossimo Expo 2015, con l’obiettivo di intercettare nella nostra regione una parte dei 25 milioni di visitatori attesi e nel prossimo biennio intendiamo continuare l’azione di promozione economica in sintonia con le istituzioni e le forze economiche e sociali marchigiane”.