IL PREMIER CONTE E IL MINISTRO PATUANELLI SABATO 26 AD ANCONA ALL’ASSEMBLEA NAZIONALE DELLA CNA

L’Assemblea Nazionale   della Confederazione artigiana si terrà il 26 ottobre alle ore 10 e 30 al Palaprometeo Estra L.Rossini”. Saranno presenti 5 mila artigiani, piccoli imprenditori e pensionati del lavoro autonomo, provenienti dalle Marche e da tutte le regioni italiane.

IL PREMIER CONTE E IL MINISTRO PATUANELLI SABATO AD ANCONA ALL’ASSEMBLEA NAZIONALE DELLA CNA

Sarà il presidente nazionale della Cna Daniele Vaccarino, a lanciare dal capoluogo dorico la “Sfida per l’Italia” della Cna e a presentare i progetti e le proposte della Confederazione dell’artigianato e delle piccole imprese.

 Il premier Giuseppe Conte e il ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, saranno sabato prossimo, 26 ottobre, ad Ancona. Interverranno all’Assemblea Nazionale Cna che si terrà al Palaprometeo Estra L.Rossini” alle ore 10 e 30. Dopo i saluti del presidente della Cna Marche Gino Sabatini, del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e del Sindaco di Ancona Valeria Mancinelli, sarà il presidente nazionale della Cna Daniele Vaccarino, a presentare i progetti e le proposte della Confederazione dell’artigianato e delle piccole imprese. Saranno presenti 5 mila artigiani, piccoli imprenditori e pensionati del lavoro autonomo provenienti dalle Marche e da tutte le regioni italiane. A condurre l’Assemblea sarà la giornalista televisiva Myrta Merlino. In programma anche momenti di spettacolo e di intrattenimento, con ospiti “a sorpresa” dello sport e della canzone italiana.

“La nostra sfida per l’Italia”, è questo il filo rosso che guiderà le assise nazionali della Cna. Verranno presentati i bisogni e le aspettative provenienti da un segmento strategico del tessuto economico italiano, come l’artigianato e la piccola impresa, e si ascolteranno con grande interesse le risposte che arriveranno da Conte e Patuanelli alle loro istanze.

Fondata nel 1946, la Cna conta in Italia oltre 700 mila associati e più di 1,2 milioni di addetti. Rappresenta artigiani, commercianti, professionisti,lavoratori autonomi, micro e piccole imprese della manifattura, delle costruzioni e del terziario, proponendosi come partner per lo sviluppo attraverso l’erogazione di servizi e consulenze nelle 1.100 sedi. Di cui 19 regionali e 96 territoriali nelle province.

Anche nelle Marche la Cna è forte di una presenza autorevole e consolidata nel tempo. Una presenza che inizia addirittura nel 1945 e che oggi vanta  oltre 18 mila imprenditori associati, unitamente a 19 mila pensionati del  lavoro autonomo, che trovano, nella nostra associazione, rappresentanza, servizi e tutela dei loro diritti.

“La decisione di tenere la Assemblea Nazionale Cna  ad Ancona, capoluogo della regione più artigiana d’Italia,” affermano il presidente Cna Marche Gino Sabatini e il Segretario Otello Gregorini “assume un forte valore simbolico. La Cna ha accettato la sfida di mettere una piccola regione al centro dell’attenzione del Paese. Le Marche rappresentano, con i loro distretti produttivi, le loro piccole imprese diffuse capillarmente su tutto il territorio  regionale, la loro capacità di conciliare crescita economico ed integrazione sociale, un esempio virtuoso del modello di sviluppo italiano. Un modello capace di coniugare storia, tradizioni, arte, cultura del saper fare. Nelle Marche le imprese artigiane sono oltre 47 mila su un totale di 147 mila aziende in attività. Gli artigiani marchigiani offrono lavoro a 150 mila addetti e contribuiscono, nella misura del 17 per cento, al Pil regionale”.