INDUSTRIA ED EDILIZIA, IN TANTI PERDONO IL LAVORO E NON LO TROVANO PIU’

Secondo un’indagine del Centro Studi Cna e Confartigianato Marche, nella nostra regione, 16.500 marchigiani sono stati espulsi negli ultimi dodici mesi dal sistema produttivo e non sono riusciti a ricollocarsi. I disoccupati sono 61.940. Tra aprile 2011 e aprile 2012 persi 23.630 posti di lavoro nell’industria di cui più di 11 mila nelle aziende edili. 

 

INDUSTRIA ED EDILIZIA, IN TANTI PERDONO IL LAVORO

E NON LO TROVANO PIU’. LA CRISI SPINGE ANCHE GLI “SCORAGGIATI”

A RIMETTERSI SUL MERCATO

 

Perdono il lavoro e non lo trovano più. Nel primo trimestre di quest’anno i disoccupati marchigiani erano 61.940 rispetto ai 45.620 dello stesso periodo dell’anno precedente. Appare evidente come oltre 16.500 marchigiani sono stati espulsi negli ultimi dodici mesi dal sistema produttivo.

A pagare il conto più salato della crisi sono le donne che vedono aumentare il numero di chi cerca lavoro da 24.809 a 33.785. Ma anche tra la forza lavoro maschile cresce la disoccupazione. I maschi disoccupati passano da 20.811 a 28.154 e la maggioranza sono ultracinquantenni, che difficilmente troveranno nuove opportunità sul mercato del lavoro.

Uno scenario difficile  quello descritto dal Centro Studi Cna e Confartigianato Marche  reso ancora più preoccupante dalla constatazione che 21.348 persone che sono senza lavoro non lo cercano nemmeno più, pur essendo disponibili a lavorare.

Un anno fa” spiegano i presidenti di Cna Marche Renato Picciaiola e di Confartigianato Marche Salvatore Fortuna “i cosiddetti scoraggiati erano 25.160. Questo significa che quasi 4 mila di loro, con l’aggravarsi della crisi, si sono rimessi a cercare attivamente un’occupazione anche se,  per il momento, senza risultati positivi. Di fronte a questi dati serve una scossa per far ripartire il sistema produttivo e favorire la creazione di posti di lavoro”.

Nella nostra regione, secondo i dati Istat elaborati da Confartigianato e Cna, gli occupati sono 636.188.  Ad assorbire il maggiore numero di lavoratori è il settore dei servizi con 389.635 addetti. Rispetto ad aprile del 2011 l’incremento è stato di 6.225 lavoratori. In crescita anche gli occupati in agricoltura: da 9.890 a 14.797 (+4.907).

A mostrare la corda sono i settori manifatturieri e le costruzioni. Nelle aziende industriali ed artigiane delle Marche, gli occupati sono passati da 255.386 mila a 231.756. In dodici mesi si sono persi ben 23.630 posti di lavoro di cui più di 11 mila nelle aziende edili.  La fuga dal lavoro colpisce soprattutto i lavoratori autonomi, gli artigiani e le partite Iva che vedono il loro numero ridursi da 174.088 a 163.110 (- 10.978 ). Sono questi a far impennare il tasso di disoccupazione, che è passato dal 6,6 all’8,9 per cento. Ad essere senza lavoro sono il 7,2 per cento degli uomini e l’11 per cento delle donne e, secondo Confartigianato e Cna, il trend negativo continuerà anche nei prossimi mesi.

“E’ urgente” affermano Fortuna e Picciaiola “sbloccare gli appalti pubblici di Erap, Regione e Asur e pagare subito i crediti verso le imprese. Solo attraverso questi provvedimenti ed il superamento della stretta del credito, le imprese avranno liquidità sufficiente per investire e prevedere nuove assunzioni. Altrimenti  i disoccupati marchigiani potranno solo aumentare, mettendo a rischio non solo il modello produttivo della nostra regione ma anche la tenuta del nostro sistema sociale”.

L’ufficio stampa: Paola Mengarelli e Sergio Giacchi

 

 

L'OCCUPAZIONE NELLE MARCHE

 

 

 

al primo trimestre di ogni anno

1 Trim. 2010 

1 trim 2011

1 trim 2012

 

 

 

 

 

 

 

 

forza lavoro

697.433

694.315

      698.128

occupati

658.364

648.695

      636.188

disoccupati

39.069

45.620

        61.940

di cui donne

23.022

24.809

        33.785

di cui uomini

16.047

20.811

        28.154

in cerca prima occupaz.

5.904

10.774

        10.533

non cercano ma disposti a lavorare

21.733

25.160

        21.348

tasso di occupazione

63,7

62,7

           61,8

tasso disoccupazione

5,6

6,6

             8,9

 

 

 

 

occupati agricoltura

18.770

9.890

        14.797

occupati industria

251.325

255.386

231.756

di cui costruzioni

50.521

47.933

36.577

occupati servizi

388.269

383.420

389.635

di cui commercio alberghi. ristoranti

123.198

124.509

124.314

 

 

 

 

Tasso disoccupazione

Marche

 

 

 

maschi

femmine

totale

I trim 2006

3,9

6,5

5,0

I trim 2007

2,4

8,6

5,6

I rrim 2008

3,9

5,5

4,6

I trim 2009

6,3

5,6

6,0

I trim 2010

4,1

7,6

5,6

I trim 2011

5,3

8,1

6,6

I trim 2012

7,2

11,0

8,9

 

 

 

 

OCCUPATI DIPENDENTI E INDIPENDENTI NELLE MARCHE

 

 

I trim 2010

I trim 2011

I trim 2012

dipendenti

477.538

474.607

473.078

indipendenti

180.826

174.088

163.110

Totale

       658.364

    648.695

      636.188

Fonte: Elaborazione Centro Studi Cna – Confartigianato su dati Istat