LA COMMISSIONE EUROPEA APPROVA LA MACROREGIONE ADRIATICO IONICA

Logo macroregioneLa Commissione Europea ha approvato oggi la strategia della Macroregione adriatico ionica con il relativo Piano d’azione e di lavoro. “Una data storica, la Macroregione oggi è realtà”, dice il presidente della Regione Marche e presidente dell’Intergruppo adriatico ionico del Comitato delle Regioni d’Europa, Gian Mario Spacca. Ad illustrare a Bruxelles la Comunicazione della Commissione e i contenuti del Piano d’azione e di lavoro, sono stati il commissario Ue alle Politiche regionali Johannes Hahn e la collega degli Affari marittimi Maria Damanaki.

“L’Europa – dice Spacca – lancia ufficialmente la strategia macroregionale, approvando Comunicazione, Piano d’azione e Piano di lavoro. Con questo atto e con la successiva, finale approvazione da parte del Consiglio europeo prevista il prossimo 24 ottobre, la Macroregione che abbiamo voluto con tanta determinazione sarà il riferimento di gran parte delle politiche di crescita e di sicurezza della nostra comunità nel prossimo futuro. La Commissione ha approvato anche il Piano d’azione contenente i progetti con cui sostenere concretamente la strategia. Il documento è il frutto di un intenso lavoro svolto dalla comunità adriatica e ionica, dalle città, Università, Camere di Commercio e Istituzioni territoriali che hanno trovato a Bruxelles, nel Comitato delle regioni, il luogo per dare forza al loro progetto. Il semestre di Presidenza italiana della Ue – conclude – sarà caratterizzato dall’avvio della prima strategia macroregionale che impegna gran parte del territorio nazionale”.

Della Macroregione fanno parte Italia, Slovenia, Croazia, Bosnia-Herzegovina, Serbia, Montenegro, Albania, Grecia. In Italia le regioni interessate sono Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Lombardia, Trentino Alto Adige.