LA MODA MARCHIGIANA E’ SEMPRE PIU’ VERDE

“Green Job nel fashion, progettare, produrre e vendere la moda sostenibile”, un convegno di Cna Federmoda Marche e Cna di Ascoli Piceno martedì 11 aprile a San Benedetto del Tronto. Parteciperanno l’assessore della Regione Marche Manuela Bora, il responsabile nazionale Federmoda Cna Antonio Franceschini e gli economisti Marco Richetti e Aurora Magni.

 LA MODA MARCHIGIANA E’ SEMPRE PIU’ VERDE

La moda marchigiana è sempre più verde. Negli ultimi cinque anni il 30 per cento delle 6.178 aziende del settore, ha investito in prodotti e tecnologie eco compatibili. Al bando i prodotti chimici nocivi lungo tutta la filiera e grande attenzione alla sicurezza dei processi e dei prodotti, a garanzia della salute dei consumatori. Investimenti che spingono calzature e abbigliamento marchigiani sui mercati esteri. Il 48 per cento delle imprese che ha investito in green economy esporta i suoi prodotti, contro il 35 per cento di quelle che non hanno puntato sulla sostenibilità ambientale. Inoltre il 28 per cento delle imprese “green” della moda ha aumentato il fatturato.

Moda sostenibile e “green job nel fashion” saranno gli argomenti al centro del convegno organizzato da Cna Federmoda Marche e dalla Cna di Ascoli Piceno, che si terrà martedì 11 aprile alle ore 9,30 al Palariviera di San Benedetto del Tronto. Interverranno l’assessore alle Attività Produttive della Regione Marche Manuela Bora, il responsabile nazionale Federmoda Cna Antonio Franceschini, Marco Richetti docente ed economista del Politecnico di Milano, Aurora Magni docente della Liuc – università Cattaneo di Castellanza (Varese). Seguirà una tavola rotonda con le testimonianze di alcuni imprenditori della moda sostenibile: Jacopo Mascitti, Marco Penazzi, Cristian Reca, Marco Cappellini e Doriana Marini. All’iniziativa parteciperanno docenti e studenti delle scuole di moda di Marche (Pesaro, Senigallia, Ancona, Osimo, Macerata, Civitanova Marche, Fermo, Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto) e Abruzzo (Pescara) e gli imprenditori del settore.

“Economia sostenibile, tutela del made in Italy e lotta alla contraffazione” afferma Doriana Marini presidente di Cna Federmoda Marche “sono al centro del nostro impegno. In particolare il commercio del falso, oltre a rappresentare un pericolo per la salute dei consumatori, sottrae all’economia legale della nostra regione più del 10 per cento del mercato per oltre 300 milioni di euro di cui la metà riguarda prodotti di abbigliamento, moda e accessori. Due prodotti contraffatti su tre provengono dalla Cina. Per il restante terzo i Paesi di partenza sono Hong Kong, Turchia, Siria, Grecia, Nepal Tunisia e Marocco.”

Nel sistema moda la crisi non è finita. Secondo uno studio di Centrocot e della Liuc – Università Cattaneo, la capacità produttiva del comparto si manterrà stabile nei prossimi quattro anni per il 50 per cento delle imprese mentre il 21 per cento prevede un calo della produzione e solo il 4 per cento pensa di aumentarla. Un’impresa su quattro non è in grado di fare previsioni. Dall’indagine risulta che ad aver superato gli anni duri della crisi sono state le aziende che hanno investito in innovazioni di processo e di prodotto e che hanno saputo conquistare i mercati esteri.

Quale futuro per le aziende del tessile, abbigliamento e calzature? Nei prossimi anni, secondo l’indagine, sarà sempre più importante, per le imprese della moda, costruire reti d’impresa e network progettuali. Inoltre la moda del futuro dovrà essere sempre più attenta alle tematiche ambientali, introducendo in azienda nuove figure professionali come il progettista di prodotti tessili sostenibili e il responsabile della sicurezza chimica. Infine la sostenibilità ambientale passerà anche dal recupero e riutilizzo dei materiali da riciclo, che andrà sostenuto con incentivi economici per le aziende e con la costituzione di apposite filiere e di start up per il recupero creativo degli scarti.

IL SISTEMA MODA DELLE MARCHE

Tra il 2009 e il 2016 il comparto moda delle Marche ha perso 2 mila addetti e 675 imprese, pari al 10 per cento delle 6.178 aziende in attività A pagare il conto più salato sono state le imprese di calzature e articoli in pelle (-574) mentre l’abbigliamento ha perso 62 aziende e il tessile 39. Un settore, quello della moda, composto da 3.863 aziende nel calzaturiero,1.891 nell’abbigliamento e 424 nel tessile.

In Italia negli ultimi cinque anni il sistema moda ha perso 5.800 aziende e oltre 52 mila addetti ma resta fondamentale per la nostra economia, con un fatturato che lo scorso anno ha superato i 50 miliardi di euro.

Le esportazioni del sistema moda marchigiano nel 2016 ha perso il 5,6 per cento scendendo da 2 miliardi e 646 milioni a 2 miliardi e 497 milioni di euro (-148,6 mln) soprattutto per la forte diminuzione registrata nelle province del distretto calzaturiero fermano maceratese dove si registra un calo delle esportazioni che sfiora l’8 per cento. In frenata anche gli investimenti. Secondo l’Osservatorio Ebam, solo il 13 per cento delle imprese artigiane con dipendenti della moda marchigiana ha investito nel secondo semestre dell’anno scorso e nei prossimi mesi non sono previsti segnali di ripresa. Le previsioni dell’Ebam per il primo semestre 2017 indicano un’attività stabile per l’88,3 per cento delle imprese calzaturiere mentre il 10,4 per cento pensa di diminuire la produzione e solo l’1,3 per cento conta di aumentarla. Nel tessile abbigliamento il 75 per cento ritiene che la produzione rimarrà stazionaria, il 16,7 per cento si aspetta un calo produttivo e l’8,3 per cento si aspetta un incremento dell’attività.

L’Ufficio Stampa: Antonio Tempera e Sergio Giacchi

 

I DATI SUL SISTEMA MODA DELLE MARCHE

 

TAC (Tessile Abbigliamento Calzature) Marche – imprese attive

  2009 2015 2016 var.ass. 2009/16 var.% 2009/16 var.ass. 2015/16 var.% 2015/16
Sistema moda complessivo (tessile abbigliamento e pelli-calzature) 6.853 6.314 6.178 -675 -9,8 -136 -2,2
13 INDUSTRIE TESSILI 463 430 424 -39 -8,4 -6 -1,4
13.1 Preparazione e filatura di fibre tessili 17 15 12 -5 -29,4 -3 -20,0
13.2 Tessitura 29 24 27 -2 -6,9 3 12,5
13.3 Finissaggio dei tessili 154 135 123 -31 -20,1 -12 -8,9
13.9 Altre industrie tessili 3 2 2 -1 -33,3 0 0,0
13.91 Fabbricazione di tessuti a maglia 14 22 23 9 64,3 1 4,5
13.92 Confezionamento di articoli tessili (esclusi gli articoli di abbigliamento) 119 107 114 -5 -4,2 7 6,5
13.93 Fabbricazione di tappeti e moquette 8 6 6 -2 -25,0 0 0,0
13.94 Fabbricazione di spago, corde, funi e reti 23 20 19 -4 -17,4 -1 -5,0
13.95 Fabbricazione di tessuti non tessuti e articoli in tali materie (esclusi articoli abbigl. 2 5 5 3 150,0 0 0,0
13.96 Fabbricazione di articoli tessili tecnici ed industriali 25 32 31 6 24,0 -1 -3,1
13.99 Fabbricazione di altri prodotti tessili n.c.a. 69 61 61 -8 -11,6 0 0,0
13.99.1 Fabbricazione di ricami 47 50 49 2 4,3 -1 -2,0
               
14 CONFEZIONE DI ARTICOLI DI ABBIGLIAMENTO; 1.953 1.905 1.891 -62 -3,2 -14 -0,7
14.1 Confezione di articoli di abbigliamento (escluso abbigliamento in pelliccia) 1.577 1.631 1.636 59 3,7 5 0,3
14.11 Confezione di abbigliamento in pelle 18 18 19 1 5,6 1 5,6
14.12 Confezione di indumenti da lavoro 25 17 16 -9 -36,0 -1 -5,9
14.13 Confezione di altro abbigliamento esterno 697 751 759 62 8,9 8 1,1
14.13.1 Confezione in serie di abbigliamento esterno 275 390 409 134 48,7 19 4,9
14.13.2 Sartoria e confezione su misura di abbigliamento esterno 263 264 258 -5 -1,9 -6 -2,3
14.14 Confezione di biancheria intima 42 43 42 0 0,0 -1 -2,3
14.19 Confezione di altri articoli di abbigliamento ed accessori 224 413 437 213 95,1 24 5,8
14.19.1 Confezioni varie e accessori per l’abbigliamento 187 367 393 206 110,2 26 7,1
14.19.2 Confezioni di abbigliamento sportivo o indumenti particolari 20 36 35 15 75,0 -1 -2,8
14.2 Confezione di articoli in pelliccia 35 25 25 -10 -28,6 0 0,0
14.3 fabbricazione di articoli di maglieria 340 249 230 -110 -32,4 -19 -7,6
14.31 Fabbricazione di articoli di calzetteria in maglia 7 6 6 -1 -14,3 0 0,0
14.39 Fabbricazione di altri articoli di maglieria 178 155 148 -30 -16,9 -7 -4,5
               
15 FABBRICAZIONE DI ARTICOLI IN PELLE E SIMILI 4.437 3.979 3.863 -574 -12,9 -116 -2,9
15.11 Preparazione e concia del cuoio; preparazione e tintura di pellicce 124 108 101 -23 -18,5 -7 -6,5
15.12 Fabbricazione di articoli da viaggio, borse e simili, pelletteria e selleria 346 318 310 -36 -10,4 -8 -2,5
15.2 Fabbricazione di calzature 3.965 3.552 3.451 -514 -13,0 -101 -2,8
15.20.1 Fabbricazione di calzature 1.336 1.217 1.194 -142 -10,6 -23 -1,9
15.20.2 Fabbricazione di parti in cuoio per calzature 2.336 2.156 2.097 -239 -10,2 -59 -2,7

Fonte: elab. centro studi CNA Marche su dati ufficio Statistica Camera di Commercio Ancona (Infocamere – Stockview)

la composizione del sistema moda per settore, nelle Marche 2009 2015 2016
INDUSTRIE TESSILI 463 430 424
CONFEZIONE DI ARTICOLI DI ABBIGLIAMENTO; 1.953 1.905 1.891
FABBRICAZIONE DI ARTICOLI IN PELLE E SIMILI 4.437 3.979 3.863
SISTEMA MODA 6.853 6.314 6.178

Fonte: elab. centro studi CNA Marche su dati ufficio Statistica Camera di Commercio Ancona (Infocamere – Stockview)

SISTEMA MODA DELLE MARCHE imprese attive
  2009 2015 2016 var.ass. 2009/16 var.% 2009/16 var.ass. 2015/16 var.% 2015/16
AN 817 794 785 -32 -3,9 -9 -1,1
AP 511 501 497 -14 -2,7 -4 -0,8
FM 2.807 2.628 2.557 -250 -8,9 -71 -2,7
MC 1.937 1.653 1.597 -340 -17,6 -56 -3,4
PU 781 738 742 -39 -5,0 4 0,5
MARCHE 6.853 6.314 6.178 -675 -9,8 -136 -2,2

Fonte: elab. centro studi CNA Marche su dati ufficio Statistica Camera di Commercio Ancona (Infocamere – Stockview)

INDUSTRIE TESSILI imprese attive
  2009 2015 2016 var.ass. 2009/16 var.% 2009/16 var.ass. 2015/16 var.% 2015/16
AN 108 97 94 -14 -13,0 -3 -3,1
AP 87 74 77 -10 -11,5 3 4,1
FM 44 36 37 -7 -15,9 1 2,8
MC 90 90 87 -3 -3,3 -3 -3,3
PU 134 133 129 -5 -3,7 -4 -3,0
MARCHE 463 430 424 -39 -8,4 -6 -1,4

Fonte: elab. centro studi CNA Marche su dati ufficio Statistica Camera di Commercio Ancona (Infocamere – Stockview)

CONFEZIONE DI ARTICOLI DI ABBIGLIAMENTO imprese attive
  2009 2015 2016 var.ass. 2009/16 var.% 2009/16 var.ass. 2015/16 var.% 2015/16
AN 572 587 589 17 3,0 2 0,3
AP 266 285 278 12 4,5 -7 -2,5
FM 168 180 173 5 3,0 -7 -3,9
MC 375 306 296 -79 -21,1 -10 -3,3
PU 572 547 555 -17 -3,0 8 1,5
MARCHE 1.953 1.905 1.891 -62 -3,2 -14 -0,7

Fonte: elab. centro studi CNA Marche su dati ufficio Statistica Camera di Commercio Ancona (Infocamere – Stockview)

 

 

 

 

FABBRICAZIONE DI ARTICOLI IN PELLE E SIMILI imprese attive
  2009 2015 2016 var.ass. 2009/16 var.% 2009/16 var.ass. 2015/16 var.% 2015/16
AN 137 110 102 -35 -25,5 -8 -7,3
AP 158 142 142 -16 -10,1 0 0,0
FM 2.595 2.412 2.347 -248 -9,6 -65 -2,7
MC 1.472 1.257 1.214 -258 -17,5 -43 -3,4
PU 75 58 58 -17 -22,7 0 0,0
MARCHE 4.437 3.979 3.863 -574 -12,9 -116 -2,9

Fonte: elab. centro studi CNA Marche su dati ufficio Statistica Camera di Commercio Ancona (Infocamere – Stockview)

 

Il commercio estero del sistema moda marchigiano per aree

import 2015 2016 * var. ass. var.%
Ancona 100.233.610 103.962.458 3.728.848 3,7
Ascoli Piceno 202.648.272 204.272.898 1.624.626 0,8
Fermo 287.520.082 263.094.098 -24.425.984 -8,5
Macerata 324.175.875 304.890.348 -19.285.527 -5,9
Pesaro e Urbino 86.804.492 87.388.047 583.555 0,7
Marche 1.001.382.331 963.607.849 -37.774.482 -3,8

 

export 2015 2016 * var. ass. var.%
Ancona 282.472.350 289.592.357 7.120.007 2,5
Ascoli Piceno 372.684.995 358.384.647 -14.300.348 -3,8
Fermo 1.083.088.660 997.438.328 -85.650.332 -7,9
Macerata 714.617.382 658.745.898 -55.871.484 -7,8
Pesaro e Urbino 193.139.962 193.227.889 87.927 0,0
Marche 2.646.003.349 2.497.389.119 -148.614.230 -5,6

 

saldo 2015 2016 * var. ass. var.%
Ancona 182.238.740 185.629.899 3.391.159 1,9
Ascoli Piceno 170.036.723 154.111.749 -15.924.974 -9,4
Fermo 795.568.578 734.344.230 -61.224.348 -7,7
Macerata 390.441.507 353.855.550 -36.585.957 -9,4
Pesaro e Urbino 106.335.470 105.839.842 -495.628 -0,5
Marche 1.644.621.018 1.533.781.270 -110.839.748 -6,7

Fonte: elab. centro studi CNA Marche su dati Istat

MANIFESTO SEMINARIO moda SOSTENIBILE 2017-01