LE MARCHE DEI BORGHI, ARTE E CULTURA PER UN TURISMO IN CRESCITA

Sono 11.585 nella nostra regione le imprese della filiera turistica, e offrono lavoro a 26.180 addetti. Un convegno della Cna a Monte San Vito tiene a battesiomo la nascita di Cna Marche Turismo e Commercio.

 LE MARCHE DEI BORGHI, ARTE E CULTURA PER UN TURISMO IN CRESCITA

 In otto anni le presenze internazionali nelle Marche per forme di turismo culturale, hanno fatto un balzo del 78,5 per cento rispetto alla crescita del 22,8 per cento dell’Italia.

 Borghi, centri storici e città d’arte marchigiani mete del turismo internazionale. Negli ultimi otto anni gli stranieri in visita nella nostra regione sono aumentati del 21,2 per cento. I turisti stranieri che vengono nelle Marche sono più attratti da arte e cultura che dalle spiagge. In otto anni le presenze internazionali nelle Marche per forme di turismo culturale, hanno fatto un balzo del 78,5 per cento rispetto alla crescita del 22,8 per cento dell’Italia.

“Purtroppo” ha ricordato il presidente Cna Marche Gino Sabatini in apertura del convegno “le Marche dei borghi”, organizzato dall’associazione artigiana a Monte San Vito “la crescita del turismo nella nostra regione ha registrato una frenata nell’ultimo anno a causa degli effetti del terremoto nell’area del cratere, dove è stato stimato un calo della spesa di 87 milioni di euro su un totale di 322 milioni e un tasso di occupazione alberghiera sceso dal 30 al 22 per cento. Per rilanciare il turismo nelle aree del cratere la Cna propone una corsia privilegiata per la ricostruzione delle strutture ricettive, che sono ancora inagibili nel 90 per cento dei casi e la creazione di percorsi turistici dove possano incontrarsi enogastronomia, artigianato artistico, storia, ambiente e cultura. Il nuovo raggruppamento di interessi Cna Turismo e Commercio che nasce oggi, lavorerà in questa direzione, in stretta collaborazione con la Regione”.

Dopo i saluti del Sindaco di Monte San Vito, Sabrina Sartini e l’introduzione di Sabatini, è stato il direttore del Centro Studi Giovanni Dini a presentare una “fotografia” delle imprese turistiche marchigiane.

“Sono 11.585 nella nostra regione” ha spiegato Dini “le imprese della filiera turistica, e offrono lavoro a 26.180 addetti, con una crscita negli ultimi anni delle strutture ricettive non alberghiere (agriturismi, affittacamere, B&B) ed una leggera contrazione degli hotel. Nei prossimi tre mesi, secondo una nostra elaborazione dei dati Excelsior, le strutture turistiche e ricettive marchigiane avranno bisogno di 12 mila lavoratori, per affrontare l’estate

Tra le testimonianze quella del professor Paolo Clini dell’Univpm che ha illustrato dove trovare i beni archeologi delle Marche, catalogati con il metodo della realtà aumentata all’interno di specifici percorsi turistici. Altra testimonianza quella di Laura Pinelli, presidente dell’associazione culturale Pachis, che ha presentato il progetto “Gustoria”sui legami tra opere d’arte, storia e cibo. Infine, Marco Cocciarini respnsabile territoriale start up Turismo e Giulio Del Balzo di Airbnb Italia si sono soffermati sul turismo esperienziale come leva per la riqualificazione turistica delle aree interne.

Le proposte della Cna per lo sviluppo del turismo in Italia sono state presentate da Luca Tonini presidente nazionale Cna Turismo e Commercio e da Cristiano Tomei, coordinatore nazionale Cna Turismo e Commercio. Proposte che mettono al centro il sostegno alle imprese turistiche, investendo sul territorio e sulla formazione, per rendere il settore più attraente e meno legato alla stagionalità.

Il convegno è stato concluso dall’Assessore regionale al Turismo Moreno Pieroni che ha ricordato l’iniziativa della Regione “Marche da mettere in mostra” nel prossimo ottobre che si propone di combattere la stagionalità turistica. Inoltre, la Regione ha stanziato 200.000 euro a fondo perduto per ogni imprenditore che vuole innovare la struttura ricettiva. Nell’ area del cratere le richieste sono state pari a 8 milioni di euro.

Infine è stata nominata la presidenza di Cna Marche Turismo e Commercio. Insieme alla presidente regionale Adriana Brandoni, ne faranno parte Alba Alessandrini, Ubaldo Cerretani, Giacomo Gaudenzi, Patrizia Vico.

Dopo il convegno degustazione di prodotti tipici e proiezione del film “Lunga vita alla signora”, un omaggio a Ermanno Olmi, nell’ambito del progetto di Cna Marche “Cinefood, il cinema da vedere e da gustare”. Altre due tappe del progetto , sempre a Monte San Vito, il 14 e il 21 giugno con i film “Big Night” e “Sidewais”.

Nella foto allegata, da sinistra Pieroni, Sartini, Sabatini, Tonini, Tomei