MARCHE, IMPRESE SEMPRE PIU’ IN RETE

Negli ultimi quattrFOTO Sabatini  Gregorinio anni la crescita delle imprese che hanno scelto di mettersi in rete, è stata continua: si è passati dalle 133 imprese del 2012 alle 244 del 2013 ed alle 333 del 2014 per arrivare alle 427 imprese del primo ottobre 2015.

Sabatini e Gregorini:“Il numero delle imprese marchigiane aderenti alle reti d’impresa continuerà a crescere anche nei prossimi anni perché le potenzialità di sviluppo sono ancora enormi, soprattutto in edilizia, nell’agroalimentare e nel turismo per valorizzare le produzioni regionali sui mercati interni ed internazionali.”

Marche, imprese sempre più in rete. Sono in continua crescita, secondo il Centro Studi Cna Marche, che ha elaborato i dati dell’Osservatorio Intesa San Paolo, le imprese marchigiane che si aggregano nei contratti di rete. Alla fine di settembre 2015 erano 427 le aziende della nostra regione che avevano aderito a più di 120 contratti di rete, soprattutto nei servizi, in edilizia, nelle calzature, nell’abbigliamento, nel mobile, nei prodotti in metallo e in agricoltura. In Italia le imprese che hanno scelto di stare in rete sono 12.089 ed i contratti di rete quasi 2 mila. La Lombardia è la regione col maggior numero di imprese in rete (2.317), seguita dall’Emilia Romagna (1.261) e dalla Toscana (1.172).

“Negli ultimi quattro anni” hanno affermato il presidente Cna Marche Gino Sabatini e il segretario Otello Gregorini “la crescita delle imprese che hanno scelto di mettersi in rete, è stata continua: si è passati dalle 133 imprese del 2012 alle 244 del 2013 ed alle 333 del 2014 per arrivare alle 427 imprese del primo ottobre 2015. Le nostre piccole imprese non costituiscono le reti d’impresa soltanto per fare massa critica nello stesso comparto, ma anche per crescere attraverso l’innovazione. Inoltre le sinergie di rete hanno portato le nostre imprese ad un potenziamento della struttura commerciale, con conseguente aumento dei ricavi.”

Oltre sessanta sono le aziende marchigiane che hanno aderito a reti d’impresa nel sistema moda, con l’obiettivo di attirare nuovi buyer e agire sui mercati esteri più interessanti. Particolarmente consistente la presenza nelle Marche di reti d’impresa in edilizia, che coinvolgono più di cinquanta aziende, con particolare attenzione ai lavori di risparmio energetico e messa in sicurezza degli edifici, costruzione e manutenzione di edifici, la realizzazione di infrastrutture ed opere di urbanizzazione.

“Il numero delle imprese marchigiane aderenti alle reti d’impresa” hanno dichiarato Sabatini e Gregorini “continuerà a crescere anche nei prossimi anni perché le potenzialità di sviluppo sono ancora enormi, soprattutto in edilizia, nell’agroalimentare e nel turismo per valorizzare le produzioni regionali sui mercati interni ed internazionali. Per incentivare ulteriormente i contratti di rete secondo noi vanno creati meccanismi per creare sinergie tra le reti d’imprese, il mondo universitario e della ricerca, come si è cominciato a fare nella nostra regione grazie all’impegno dell’università Politecnica delle Marche e delle associazioni di categoria”.

 

 

Numero imprese nelle Reti d’impresa

(in ordine decrescente per regione al 2015)

  2012 2013 2014 2015

(sett.)

diff.

2014 -2015

diff. %

2014-2015

Lombardia 646 1579 2019 2317 298 14,8
Emilia Romagna 312 937 1128 1261 133 11,8
Toscana 443 665 982 1172 190 19,3
Veneto 238 461 715 1032 317 44,3
Lazio 143 363 618 1017 399 64,6
Puglia 115 292 456 708 252 55,3
Abruzzo 97 519 587 650 63 10,7
Campania 120 194 379 574 195 51,5
Piemonte 124 240 397 553 156 39,3
Marche 133 244 333 427 94 28,2
Friuli Venezia Giulia 75 118 191 410 219 114,7
Liguria 28 98 184 373 189 102,7
Sardegna 80 180 265 349 84 31,7
Calabria 26 77 170 321 151 88,8
Umbria 90 152 198 273 75 37,9
Sicilia 21 74 175 240 65 37,1
Trentino Alto Adige 30 65 157 200 43 27,4
Basilicata 74 109 134 158 24 17,9
Molise 11 17 38 38 0 0,0
Val D’Aosta 1 1 3 16 13 433,3
             
ITALIA 2161 4806 7110 12089 4979 70,0

Elaborazioni Centro Studi Sistema – Cna Marche su dati Intesa San Paolo