MARCHE, IN AUMENTO I FURTI DEI TIR

foto furto camionLo scorso anno 35 mezzi pesanti sono stati rubati sulle strade marchigiane rispetto ai 26 dell’anno precedente. Grazie all’impegno delle forze dell’ordine ne sono stati ritrovati 16.

 Cna Fita e Confartigianato Trasporti: “quasi sempre dietro questo fenomeno c ‘è la criminalità organizzata. Servono più aree di sosta controllate, videosorvegliate e illuminate”.

 Con la crisi aumentano anche i furti dei Tir. E le Marche (+34,6%) sono tra le  regioni dove tra il 2011 e il 2012 si è registrato il maggior incremento di questo reato, superate solo dal Molise e dalla Basilicata. Nella nostra regione, secondo i dati del Ministero dell’Interno, si è passati da 26 mezzi pesanti rubati nel 2011 ai 35 del 2012. In Italia i furti di Tir sono saliti in un anno da 2.416 a 2436. Naturalmente le regioni più colpite un assoluto da questo fenomeno sono quelle più grandi: la Campania, il Lazio, la Lombardia, il Piemonte, la Puglia e la Sicilia ma mentre in Piemonte e in Lombardia i furti di Tir sono diminuiti, sulle strade marchigiane hanno registrato un’impennata, aumentando di oltre un terzo in dodici mesi.

 “L’aumento dei furti di mezzi pesanti sulle strade della nostra regione” commentano Cna Fita e Confartigianato Trasporti Marche “ci preoccupa moltissimo perché le aziende che subiscono la sottrazione del veicolo e della merce trasportata subiscono gravi danni economici. Inoltre quasi sempre i furti dei Tir vedono protagoniste vere e proprie organizzazioni di criminalità organizzata e dimostrano una crescente penetrazione di queste organizzazioni sul territorio marchigiano”.

Grazie all’impegno delle forze dell’ordine, dei 35 mezzi rubati lo scorso anno, ne sono stati recuperati 16 mentre nel 2011 erano stati ritrovati solo 8 veicoli.

“Riconosciamo lo sforzo di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza” affermano le associazioni dell’autotrasporto marchigiano “e ne riconosciamo i meriti, ma chiediamo maggiori investimenti sulla sicurezza, soprattutto lungo l’autostrada e nelle aree di sosta. In particolare le aree di sosta dovrebbero essere controllate, illuminate meglio e dotate di impianti di videosorveglianza. Inoltre andrebbero ampliate sia le aree di sosta sull’ autostrade sia quelle nelle aree limitrofe all’A14. In queste aree gli autisti dei Tir, sempre più spesso,  sono costretti a non abbandonare mai il mezzo ed a dormire nella cabina per evitare i furti”.

L’ufficio stampa: Paola Mengarelli e Sergio Giacchi                  5 dicembre 2013

        

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I FURTI DEI TIR NELLE MARCHE    
  furti Tir 2011 furti Tir 2012 Var.% 2011-2012
MOLISE

14

28

100%

BASILICATA

26

37

42,31%

MARCHE

26

35

34,62%

TOSCANA

61

76

24,59%

ABRUZZO

36

43

19%

SARDEGNA

16

19

18,75%

CAMPANIA

247

291

17,81%

VENETO

88

92

4,55%

SICILIA

266

277

4,14%

LAZIO

233

238

2,15%

VALLE D’AOSTA

1

1

0%

PUGLIA

311

310

-0,32%

LIGURIA

16

15

-6,25%

LOMBARDIA

561

523

-6,77%

EMILIA ROMAGNA

169

155

-8,28%

PIEMONTE

229

208

-9,17%

CALABRIA

61

52

-14,75%

FRIULI VENEZIA GIULIA

13

11

-15,38%

UMBRIA

36

24

-33,33%

TRENTINO ALTO ADIGE

6

3

-50%

TOTALE

2.416

2.438

0,91%

Fonte: Ministero dell’Interno