MARCHE, LA CNA PORTA LE IMPRESE A EXPO 2015

Foto PetriniI programmi Cna per l’Expo presentati ad Ancona. All’ iniziativa hanno partecipato il sociologo Aldo Bonomi, incaricato da “Expo 2015”, di coordinare il Padiglione Italia con i territori e Francesca Petrini vicepresidente nazionale Cna Alimentari e testimonial per le Marche ad Expo 2015 per “la potenza del saper fare”.

La Cna Marche porta le imprese ad Expo 2015. Cna Alimentare ha infatti previsto all’interno del padiglione espositivo , uno spazio per le aziende che operano all’interno della filiera del cioccolato e per quelle legate comunque a questo tema. Nell’ambito del progetto “Cluster del cioccolato”, le imprese selezionate potranno realizzare dimostrazioni e performance, interpretando i propri prodotti legandoli al filone del cioccolato. Inoltre dal 22 al 24 maggio, in occasione della settimana equo solidale, le aziende marchigiane del sistema moda potranno esporre abiti e calzature realizzati in modo etico. Inoltre sarà allestita un’area, formata da 15 spazi espositivi, che ospiteranno a rotazione le aziende che vorranno promuovere e commercializzare i loro prodotti. Infine per il 6 maggio Cna Export Box ha previsto un B2B delle imprese Food & Beverage con operatori selezionati di Germania, Austria e Svizzera. Le iniziative della Cna Marche sono state presentate ad Ancona dalla responsabile Cna Internazionalizzazione Lucia Trenta.

All’iniziativa della Cna hanno partecipato il sociologo Aldo Bonomi, incaricato da “Expo 2015”, di coordinare il Padiglione Italia con i territori, e Francesca Petrini vicepresidente nazionale Cna Alimentari e testimonial per le Marche ad Expo 2015 per “la potenza del saper fare”.

“L’Expo” ha dichiarato Bonomi “rappresenta una grande occasione per le imprese marchigiane, perché la vostra regione, avendo origini agricole, ha sempre fatto manutenzione ambientale, valorizzando la bellezza dei territori e dei borghi. Da queste attività è nata la potenza del saper fare, che è al centro del programma dell’Esposizione Universale e che le aziende marchigiane possono rappresentare al meglio, valorizzando le eccellenze ed il modello di sviluppo plurisettoriale della regione”.

Ad illustrare le iniziative della Regione Marche ha pensato Raimondo Orsetti, dirigente responsabile del programma per “Expo 2015”. In particolare la Regione Marche avrà un presidio all’interno di Padiglione Italia, con il compito di catalizzare l’interesse dei Paesi terzi verso la nostra regione , a sostegno dei processi di internazionalizzazione. Inoltre le Marche saranno presenti con uno spazio nello Showroom Elica di Milano, per presentare il territorio dal punto di vista turistico, per promuovere le imprese marchigiane e valorizzare le eccellenze produttive agroalimentari.

Infine le Marche saranno rappresentate a Palazzo Italia dalla Fattoria Petrini per la “Potenza del saper fare”, dalla Riviera del Conero, Piazza del Popolo di Ascoli Piceno e la Santa Casa di Loreto per la “Potenza della bellezza” e da Loccioni per la “Potenza del limite”.

I lavori, coordinati da Alberto Barilari delegato Cna Marche per Expo 2015, sono stati conclusi da Francesca Petrini.

“L’Esposizione Universale del 2015 che si terrà a Milano dal 1° maggio al 31 ottobre” ha affermato   Francesca Petrini “porterà l’Italia sotto i riflettori del mondo. Expo 2015 si configura come un evento straordinario. Saranno più di 140 i Paesi partecipanti impegnati sul tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Si prevedono 20 milioni di visitatori nei sei mesi di durata dell’evento, un bacino di utenza eccezionale che rappresenta un’occasione di grande visibilità per le nostre imprese che meritano adeguati spazi commerciali con costi accessibili. Cna sta predisponendo una serie di iniziative appositamente studiate per le imprese artigiane, eventi specifici, e pacchetti viaggio/soggiorno per chi desidera visitare Expo 2015.”

Sono 3.136 le imprese artigiane marchigiane che operano nei settori dell’alimentazione e ristorazione interessate alle iniziative di Regione Marche e Cna Marche legate ad Expo 2015. In particolare nella nostra regione vi sono 186 imprese trasformatrici di prodotti Dop e Igp Ad esse vanno aggiunte le oltre 6 mila aziende del sistema moda e le 2 mila imprese dell’artigianato artistico e tradizionale,che avranno una opportunità unica di far conoscere le produzioni “Made in Marche” ai visitatori internazionali dell’evento milanese.

“Nei primi nove mesi del 2014” ha sostenuto Alberto Barilari “le imprese marchigiane del comparto alimentare hanno esportato prodotti per 106,9 milioni di euro. Grazie al traino dell’ Expo, ci aspettiamo che nel 2015 le nostre esportazioni dell’artigianato agroalimentare possano crescere almeno del 15 per cento, rilanciando un fatturato che è diminuito nel 2014 del 25 per cento rispetto al 2011 e dell’8,6 per cento rispetto al 2013. Tutto questo non solo con la nostra presenza a Milano ma anche grazie ai presidi nelle province marchigiane di Urbino, Ancona, Civitanova Marche, Tolentino – Urbisaglia e San Benedetto del Tronto ed alle iniziative della Regione sul territorio”.

 

FOTO CNA EXPO 10 MARZO BARILARI BONOMIFOTO CNA EXPO 10 MARZO 1Foto CNA EXPO 10 marzo