MARCHE, PARTITI SABATO 4 GENNAIO SALDI INVERNALI. LA POSIZIONE DELLA CNA

“Rispetto a un anno fa” commenta Gabriele di Ferdinando responsabile Cna Marche Commercio e Turismo “ci aspettiamo un calo delle vendite del 2 o 3 per cento almeno, a causa dei ripetuti Black Friday e delle promozioni per gli acquisti on line, che hanno portato i marchigiani ad anticipare gli acquisti invernali rispetto ai saldi. Malgrado tutto, almeno 3 marchigiani su 10 cederanno alla tentazione e alla convenienza di fare acquisti in saldo, soprattutto per gli articoli di abbigliamento, le calzature e i prodotti elettronici, con una spesa stimata intorno ai 200 o 300 euro a famiglia ed un fatturato per le imprese di oltre 100 milioni di euro. Ci auguriamo che i saldi nelle Marche, e soprattutto nella zona del cratere, rappresentino un’occasione per favorire gli acquisti nei piccoli negozi di prossimità dei centri storici e dei piccoli paesi. L’acquisto nei negozi di vicinato farà diminuire sensibilmente anche i materiali di imballaggio utilizzati per le spedizioni. E’ dietro al bancone di un negozio, e non dietro allo schermo di un computer, che ci sarà sempre una persona a cui affidarsi”.