MARCHE, TORNA A CRESCERE LA SPESA DELLE FAMIGLIE

FOTO NUOVA SABATINI X SITOMentre nel 2013 ogni famiglia marchigiana aveva speso mensilmente 2.346 euro, lo scorso anno siamo passati a 2.427 euro, con un incremento di 81 euro mensili e di 972 euro annui.

Gino Sabatini: ci auguriamo “che questo modesto incremento della spesa familiare dopo anni nei quali le famiglie marchigiane avevano ridotto la quota di reddito da destinare ai consumi, sia un primo segnale di una duratura inversione di tendenza. Solo una stabile ripresa dei consumi è infatti la chiave per far ripartire la nostra economia e rilanciare le piccole e piccolissime imprese marchigiane, che vendono i loro prodotti localmente e non hanno sbocchi sui mercati internazionali”.

Sarà per l’effetto degli ottanta euro in più nelle buste paga di migliaia di marchigiani o perché sta tornando un moderato clima di fiducia tra i consumatori o più semplicemente per l’incremento, seppur modesto (+0,2 per cento) dei prezzi. Fatto sta che dopo alcuni anni nei quali le famiglie marchigiane avevano tirato la cinghia e ridotto la spesa mensile, nel 2014 c’è stata un’inversione di tendenza e la spesa media mensile è tornata ad aumentare. Mentre nel 2013 ogni famiglia marchigiana aveva speso mensilmente 2.346 euro, lo scorso anno siamo passati a 2.427 euro, con un incremento di 81 euro mensili e di 972 euro annui. E’ il presidente Cna Marche Gino Sabatini a presentare i dati elaborati dal Centro Studi Sistema Cna, che ha messo a confronto le indagini Istat sui consumi delle famiglie per il 2013 e il 2014.

Tra le regioni italiane, le Marche si piazzano al nono posto per spesa familiare mensile. Molto più ricche e comunque più spendaccione delle famiglie marchigiane risultano quelle del Trentino Alto Adige, che ogni mese stanziano per i consumi un budget di 3.074 euro. Seguono i lombardi che dedicano alle spese familiari 2.950 euro al mese. Poi gli emiliani con 2.883 euro di spesa mensile.

Le più povere sono le famiglie calabresi con una spesa mensile di 1.758 euro. Poi quelle siciliane con 1.779 euro e quelle della Basilicata con 1.879 euro. La spesa media per i consumi mensili di una famiglia italiana è risultato nel 2014 di 2.489 euro rispetto ai 2.359 euro dell’anno precedente, con un aumento di 130 euro.

“Ci auguriamo” afferma il presidente Cna Marche Gino Sabatini “che questo modesto incremento della spesa familiare dopo anni nei quali le famiglie marchigiane avevano ridotto la quota di reddito da destinare ai consumi, sia un primo segnale di una duratura inversione di tendenza. Solo una stabile ripresa dei consumi è infatti la chiave per far ripartire la nostra economia e rilanciare le piccole e piccolissime imprese marchigiane, che vendono i loro prodotti localmente e non hanno sbocchi sui mercati internazionali”.

Ma come spendono i loro soldi le famiglie marchigiane? Gran parte del reddito (36,9 per cento) se ne va per le spese per la casa: affitti, mutui, e bollette. A queste spese va aggiunto un 2,5 per cento dedicato alle manutenzioni straordinarie e un altro 4,1 per cento per mobili e casalinghi. Per mangiare le famiglie marchigiane spendono ogni mese il 18,2 per cento del budget. In alcool e tabacchi se ne l’1,7 per cento della somma disponibile mentre per l’abbigliamento e le calzature la spesa mensile è del 4,6 per cento. Spese, queste, sostanzialmente stabili tra un anno e l’altro.Alla salute i marchigiani dedicano il 4,1 per cento della spesa mensile (in crescita rispetto al 3,6 per cento del 2013) mentre risparmiano sui trasporti (11 per cento rispetto al 15,1 dell’anno precedente). In crescita la spesa per comunicazioni (da 1,9 a 2,5 per cento), stabile quella per il tempo libero (4,5) e in calo quella per l’istruzione (da 1,3 a 0,6). Infine il 4,2 per cento se ne va per mangiare fuori casa e in servizi ricettivi. Per altri beni e servizi si spende l’ultimo 8,4 per cento del budget.

 

 

SPESA MEDIA MENSILE DELLE FAMIGLIE PER REGIONE. Anni 2013 e 2014, valori in euro

Ordine decrescente al 2014 – non considerate le province autonome

 

Spesa media mensile (=100%) 2013 2014 var. ass. var. %
Trentino-Alto Adige/ Südtirol 2.968 3.074 106 3,6
Lombardia 2.774 2.950 176 6,3
Emilia-Romagna 2.762 2.883 121 4,4
Valle d’Aosta/ Vallée d’Aoste 2.408 2.683 275 11,4
Veneto 2.706 2.677 -29 -1,1
Toscana 2.567 2.661 94 3,7
Piemonte 2.599 2.657 58 2,2
Lazio 2.389 2.655 266 11,1
Friuli-Venezia Giulia 2.475 2.526 51 2,1
Marche 2.346 2.427 81 3,5
Umbria 2.345 2.367 22 0,9
Liguria 2.315 2.323 8 0,3
Sardegna 1.811 2.135 324 17,9
Abruzzo 2.108 2.130 22 1,0
Puglia 1.872 2.061 189 10,1
Molise 2.022 2.048 26 1,3
Campania 1.897 2.028 131 6,9
Basilicata 1.945 1.879 -66 -3,4
Sicilia 1.580 1.779 199 12,6
Calabria 1.632 1.758 126 7,7
Italia 2.359 2.489 130 5,5

 

SPESA MEDIA MENSILE DELLE FAMIGLIE PER REGIONE. Anno 2014, valori in euro (in grassetto) e composizione percentuale per capitolo di spesa rispetto al totale della spesa media mensile.

 

  SPESA MEDIA MENSILE (=100%) Alimentare e bevande non alcoliche Bevande alcoliche e tabacchi Abbigliamento e calzature Abitazione, acqua, elettricità e altri combustibili, di cui: Manutenzioni straordinarie Mobili, articoli e servizi per la casa Servizi sanitari e spese per la salute Trasporti Comunicazioni Ricreazione, spettacoli e cultura Istruzione Servizi ricettivi e di ristorazione Altri beni e servizi**

 

Marche 2.426,79 18,2 1,6 4,1 36,9 2,5 4,0 4,1 11,0 2,5 4,5 0,6 4,2 8,4
Italia 2.488,50 17,5 1,7 4,6 36,7 1,4 4,1 4,4 10,3 2,6 4,9 0,6 4,4 8,1

 

Fonte: Istat