MOBILE, COGLIERE LE OPPORTUNITÀ OFFERTE DAI BANDI EUROPEI CON UNA PROGETTAZIONE MIRATA

FOTO MOBILEIl presidente Spacca incontra gli imprenditori

Innovazione, ricerca e trasferimento tecnologico, internazionalizzazione, formazione, qualità del prodotto. Sono i temi su cui il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, si è confrontato ieri sera a Treia, nello stabilimento della Lube, con una rappresentanza di imprenditori del Legno-arredo e di Cosmob, il centro tecnologico per il settore. Nel corso dell’incontro, solo l’ultimo in ordine di tempo, si è fatto in particolare il punto sulla prossima programmazione europea e sulle opportunità che offre anche alle imprese del mobile. Condizione indispensabile affinché le aziende accedano con successo alle risorse europee, ha sottolineato Spacca, è la presentazione di progetti in linea con le aree di intervento del Por (programma operativo regionale) e, dunque, la specializzazione del livello della progettazione. “La Regione – ha detto Spacca – è già fortemente impegnata nelle linee indicate come prioritarie dalle imprese del Legno-arredo. Nella programmazione 2007-2013 sono infatti state messe a disposizione risorse per oltre 7 milioni di euro che hanno permesso di attivare investimenti per oltre 22 milioni in 39 progetti e che hanno coinvolto 89 imprese. Abbiamo sostenuto la promozione della ricerca industriale e dello sviluppo delle filiere tecnologico-produttive con 1,2 milioni, l’innovazione dei processi aziendali con 2,9 milioni, i processi di aggregazione delle Pmi in filiere con 1,8 milioni, la promozione degli interventi per i sistemi produttivi locali con oltre 1 milione. Molto si è già fatto, dunque. Ora il tema centrale è l’accesso, da parte delle imprese, ai bandi e alle risorse Ue della programmazione 2014-2020. Occorre in questo senso una progettazione mirata e affinata. Più i progetti saranno integrati, più qualificato sarà l’utilizzo delle risorse: la vera sfida della prossima programmazione è proprio questa”. La Regione sarà a fianco delle imprese per accompagnarle in questo percorso. Un ristretto gruppo tecnico di lavoro sarà attivato per illustrare nel dettaglio alle imprese le varie aree su cui interviene il Por e su cui, dunque, specializzare i progetti da presentare. Nel frattempo procede l’impegno della Regione per sostenere i processi di innovazione, ricerca, internazionalizzazione e formazione nel settore Legno-mobile. A seguito dell’approvazione, a maggio, del Programma esecutivo annuale degli interventi di internazionalizzazione e promozione nei settori di competenza regionale per il 2014, è stata tra l’altro avviata la procedura negoziata per l’aggiudicazione del servizio di gestione assistenza tecnica alle imprese in materia di internazionalizzazione per il settore Mobile e arredo per il continente americano, Europa e Russia, Asia e Africa. Sul versante formazione, la Regione è intenzionata ad avviare, sempre accedendo a risorse europee, un corso d’istruzione superiore Ifts dedicato al settore Legno, sulla scia di quelli già avviati per le Calzature e l’Energia