NASCE CNA CINEMA E AUDIOVISIVO MARCHE

Investire sul cinema e dare forza e valore alle piccole produzioni del territorio. E’ stato questo uno dei leit motiv del convegno Cinema e imprese delle Marche tenutosi ad Ancona martedì 5 novembre che ha sancito ufficialmente la nascita di CNA Cinema e Audiovisivo Marche, proponendosi di rappresentare tutta la filiera del cinema e dell’audiovisivo della regione.

Sala affollata da oltre cento tra produttori, registi, filmmaker, attori e operatori di un settore che nel territorio conta poco meno di 200 imprese ma che rappresenta l’industria creativa delle Marche nella quale non mancano punte d’eccellenza che si sono distinte anche a livello internazionale. L’iniziativa, alla quale ha preso parte anche il presidente della Camera di Commercio Marche, Gino Sabatini, è stata l’occasione per illustrare termini e modalità di valutazione del bando da 4milioni e mezzo di euro per il sostegno all’innovazione e all’aggregazione in filiere delle PMI culturali e creative nei territori colpiti dal sisma.

A spiegare finalità e criteri di ammissibilità al bando, in scadenza il prossimo 29 novembre, Simona Teoldi, dirigente del servizio sviluppo e valorizzazione dei beni culturali delle Marche. Moreno Giannatasi, ha ribadito, a nome della Fondazione Marche Cultura, che sul cinema e l’audiovisivo manterrà alta l’attenzione e darà spazio a molte delle sue linee d’azione. Tema scottante per le imprese del settore quello dei finanziamenti. Maurizio Paradisi, presidente di Uni.co., ha sottolineato come il Confidi unico delle Marche potrà essere d’aiuto sul tema delle garanzie e dei finanziamenti su progetti legati al cinema e all’audiovisivo.

Nel corso dell’incontro non sono mancate le novità. Prima fra tutte quelle di un ritorno in forze nelle Marche del gruppo Giometti cinema. Massimiliano Giometti ha annunciato infatti che presto le multisale di Pesaro, Fano e Jesi saranno gestite nuovamente dal gruppo romagnolo dopo la parentesi con l’Uci. Con il ritorno delle Multiplex e altre acquisizioni, il gruppo disporrà di circa di 120 schermi diventando così il più grande esercente di sale del centro Italia con cinema nelle Marche, Emilia Romagna e Toscana. “Vogliamo investire convintamente e con entusiasmo nelle Marche – ha detto – e rivendicare la nostra autonomia valorizzando le produzioni italiane di qualità.”

Il vicepresidente nazionale CNA Cinema e Audiovisivo Mario Perchiazzi ha ribadito la centralità della nascitura CNA Cinema Marche: “CNA si prefigge di dare rappresentanza anche a quei mestieri che ruotano attorno al cinema e quindi, a differenza di altre sigle e associazioni, a tutta la filiera, avviando nel contempo sinergie e contaminazioni con altri settori.”

Marco Luca Cattaneo, regista e membro della presidenza nazionale di CNA Cinema e Audiovisivo, ha spiegato, insieme alla referente nazionale Sabina Russillo, come CNA Cinema intende rappresentare il cinema indipendente e le piccole produzioni, in primis con azioni rapide e concrete.

A salutare la platea di cineasti e produttori marchigiani, Giuseppe Piccioni, regista e produttore, che ha ricordato quanto il cinema abbia ancora uno straordinario bisogno di idee, racconti, emozioni, cose che a volte i piccoli con pochi mezzi e risorse riescono a fare meglio delle grandi produzioni.

Al termine dell’evento è stato eletto il Coordinamento di CNA Cinema e Audiovisivo delle Marche che avrà il compito di rappresentare le imprese del settore e di lanciare progetti e collaborazioni.

Il Coordinamento sarà composto dal portavoce Giuseppe Piccioni, il coordinatore generale Henry SecchiaroliElena Casaccia avrà la delega alla formazione, relazioni esterne e educazione all’immagine e Luca Trovellesi Cesana, all’internazionalizzazione. Tra i membri del Coordinamento anche Andrea LaquidaraMauro SantiniMassimiliano Giometti e Andrea Falcucci.