NOTIZIE DAL TERRITORIO N. 38

 

6 GIUGNO 2012

 

Dalla Cna Marche:

 

LE MARCHE NEL MIRINO DELLA MAFIA

“SULLA STRADA DELLA LEGALITA’”, SABATO UN CONVEGNO DI CNA MARCHE, E “LIBERA” PER LANCIARE L’ALLARME CRIMINALITA’ ORGANIZZATA

 

Le Marche a rischio di penetrazione mafiosa. I reati tipicamente legati a forme di criminalità organizzata come  estorsioni, episodi di usura, attentati, riciclaggio, contrabbando e spaccio, sono aumentati nella nostra regione. Secondo gli ultimi dati del Censis, vengono commessi 30 reati di questo tipo in un anno ogni 100 mila abitanti, per un totale di circa 500 episodi criminosi. Siamo ancora lontani dalla media annua nazionale del 45,2 per mille abitanti ma qui sono le regioni del sud a far impennare la statistica , con una media del 70,6 per mille.

In particolare le estorsioni riconosciute come reato, secondo il rapporto 2012 della Dia (Direzione investigativa antimafia), sono state 113 in tutto il 2010 e 45 nel primo semestre 2011, con 134 soggetti denunciati, di cui 34 stranieri.

Per lanciare l’allarme sul rischio criminalità organizzata per le Marche, l’associazione “Libera”, la Cna Marche e Cna Fita, hanno organizzato un convegno che si terrà ad Ancona sabato 9 giugno alle ore 10,30 alla sala del ridotto del  Teatro delle Muse,. Dopo l’introduzione del presidente della Cna Marche Renato Picciaiola, ne discuteranno il presidente della Corte di Appello di Ancona Paolo Angeli; Paola Senesi per l’associazione “Libera” delle Marche; l’assessore regionale Sara Giannini; il presidente nazionale Cna Fita Cinzia Franchini a cui la criminalità organizzata ha fatto avere due mesi fa una busta con tre proiettili;Maria Belfiore, imprenditrice e presidente dell’associazione antiracket Napoli “Centro per la legalità”; il segretario nazionale Cna Sergio Silvestrini. Condurrà il dibattito il vicedirettore del Tg2 Stefano Marroni.

Conferme del fatto che la mafia sta scoprendo le Marche vengono anche da indagini, operazioni di polizia e processi degli ultimi anni. Alcuni esempi. Un’associazione di stampo camorristica è stata scoperta nel 2009 tra Ascoli Piceno, Macerata e Ancona mentre, sempre nello stesso anno, settantasette persone legate alla Sacra Corona Unita sono state condannate ad Ancona per episodi criminosi nel fermano ed altri esponenti sono stati arrestati nel 2010 a Fano.  Un giro d’affari e droga legato alla mafia siciliana è stato scoperto nel 2010 tra Ancona e Siracusa mentre l’intero territorio marchigiano è stato interessato lo scorso anno da un’operazione che ha portato all’arresto di diversi soggetti legati alla mafia catanese.

 

 

Dalle Cna provinciali:

 

 

MILLE GIOVANI: FLORETA E JONATHAN VINCONO SU TUTTI

 

ANCONA. I due ragazzi di Vanvitelli Stracca Angelini e Isis Laeng di Osimo si aggiudicano la gara di stilismo su manichino che ha concluso l’evento di Federmoda Cna e ottengono uno stage di tre settimana presso la prestigiosa Loro Piana

 
 

Floreta Raduc del Vanvitelli Stracca Angelini e Jonathan Scarpini dell’Isis Laeng di Osimo hanno vinto, pari merito, la gara di stilismo su manichino che ha concluso la decima edizione di “Mille Giovani”, grande evento promosso dalla Federmoda Cna della provincia di Ancona per promuovere

la sartoria e la moda di qualità, soprattutto green, tra gli studenti delle scuole superiori ad indirizzo moda delle Marche.

Floreta e Jonathan si sono aggiudicati, direttamente da Filippo Vedda business development manager di Loro Piana, tre settimane di stage presso l’azienda a Quarona (VC) da svolgere dopo la maturità.

La giornata conclusiva si è tenuta giovedì scorso al Teatro delle Muse di Ancona con un convegno mattutino su “Agricoltura no food” e la sfilata pomeridiana dei capi realizzati dai ragazzi delle scuole, per finire con la gara in cui agli studenti è stato dato tempo mezzora per confezionare, su manichino e col solo ausilio di forbici e spille, un abito.

Per questa X° edizione, l’intero evento ha preso il nome di “Mille Giovani tingono Arianne”. Da qualche anno infatti il progetto si avvale della collaborazione del Consorzio Arianne, che fa capo all’Università di Camerino e di cui Cna Ancona è socia fondatrice. Arianne annovera tra i suoi soci allevatori e produttori di lane pregiate, coltivatori di piante tintoree, aziende tessili, laboratori artistici e di confezione abbigliamento di qualità, nonché una serie di associazioni per la certificazione e la promozione della filiera del tessile naturale.

Grande attenzione dunque da parte degli studenti alla produzione dei capi da portare in passerella con tessuti naturali: quest’anno le stoffe utilizzate sono state appositamente tinte da loro con pigmenti di piante tintoree, durante i laboratori di tintura presso la cooperativa agricola La Campana di Montefiore all’Aso.

In passerella hanno sfilato esattamente cento studenti da tutta la regione, in totale undici le scuole partecipanti: “Vanvitelli-Stracca-Angelini” di Ancona, “Bettino Padovano” di Senigallia, “Maria Laeng” di Osimo, “Miliani – Merloni”  di Fabriano, “Pieralisi” di Jesi, “Mengaroni di Pesaro, “G. Cantalamessa” di Macerata, “Renzo Frau” di Tolentino, “Virginio Bonifazi” di Civitanova, Poliarte di Ancona e – per la prima volta – l’Accademia  di Belle Arti di Macerata.

Quanto alle imprese che hanno sfilato, esse sono: Ruber di Flavia Sbrolli  di Terni, Maridiana di Umbertide (PG) e Francesca Creazioni Sposa di Morrovalle (MC).

 

 

COSTITUITA LA RETE “FUTUREDIL COSTRUTTORI RIUNITI”,

CON SEDE A TORRE DEL PARCO

MACERATA. Continua l’attività della CNA di Macerata volta a sostenere imprenditori ed artigiani orientati alla ricerca di nuove forme di aggregazione tra imprese o di formalizzazione delle relazioni già esistenti. Alla rete di autotrasportatori – che attualmente stanno partecipando al progetto Microgreenlogistic, per il recupero di produttività e l’abbattimento delle emissioni inquinanti nel trasporto dei semilavorati – e ad una di artigiani edili, il 24 maggio scorso, presso la sede CNA di Torre del Parco a Camerino, si è aggiunta un’altra rete, costituita – anche in questo caso – da imprese che lavorano nel settore dell’edilizia, operanti nel territorio montano e pedemontano della nostra provincia. Dopo alcuni mesi di confronto e di analisi delle possibili strategie da implementare in risposta alle difficoltà economiche e produttive che ancora mordono, le imprese hanno deciso di proporsi come un struttura unita in grado di offrire nuovi servizi “chiavi in mano” e di garantire al cliente la possibilità di evitare di “trattare” con diversi soggetti ma con un soggetto unico. La rete, chiamata  FuturEdil  costruttori Riuniti, è costituita dalle aziende “TERMOCLIMA ROSSETTI SNC” di Rossetti Daniele e Roberto, “IMPIANTI ELETTRICI INDUSTRIALI E CIVILI”di Pennesi Venanzio – entrambe con sede a Castelraimondo – “L.B." di Leonardo Belardini, “EDIL CARPENTERIA MARCHIGIANA SNC” di Marino e Domenico Palladino e "Impresa DI DIO MARIO” – con sede a Matelica – “TODINI SCAVI” di Todini Cherubino, “T.S. PAVIMENTI” di Todini Stefano, “ARTIFER 2001” di Brandi Massimiliano – con sede a Esanatoglia – ed, infine, “EDILFIASTRA SNC di Lucarini Alessio e Venanzio, con sede a Fiastra. Le stesse imprese hanno inoltre deciso di convenzionarsi con alcuni studi tecnici e professionali della zona, in modo da poter garantire un global service che si articoli dalla progettazione sino all’esecuzione dei lavori ed all’assistenza e manutenzione. Presidente della FuturEdil è stato eletto Alessio Lucarini, mentre a sede sono stati eletti gli uffici presso il Consorzio Atlas di Torre del Parco.

 

FIDIMPRESA MARCHE

QUASI 900 MILA EURO PER IL COMMERCIO MARCHIGIANO

DOMANDE ENTRO IL 29 GIUGNO 2012

 

FERMO. Sono stati recentemente pubblicati i bandi regionali per la concessione di contributi ai progetti per la riqualificazione e valorizzazione delle imprese commerciali. In totale i fondi disponibili ammontano a 867 mila euro, di cui 200 mila sono riservati alle attività commerciali ubicate nei Comuni con meno di 5 mila abitanti.

Sono ammesse ai benefici le micro, piccole e medie imprese commerciali di vendita al dettaglio e quelle che si occupano di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande; spese ammissibili a finanziamento: costruzione, ristrutturazione, manutenzione straordinaria, ampliamento dei locali adibiti o da adibire ad attività commerciali e al deposito delle merci, attrezzature fisse e mobili e arredi (solo beni nuovi) inerenti l'attività di vendita e/o somministrazione di alimenti e bevande.

Misura delle agevolazioni: contributo in conto capitale pari al 20% della spesa riconosciuta ammissibile; gli interventi finanziari devono essere conformi alla regola del “de minimis”; la spesa ammessa non può essere inferiore a 20 mila euro e maggiore di 100 mila euro.

La scadenza della presentazione delle domande è il 29 GIUGNO 2012.

Fidimpresa Marche, il confidi della CNA Provinciale di Fermo, con il proprio staff di professionisti è a disposizione di quanti intendano accedere a queste risorse regionali.

 

 

FINANZIAMENTI AL COMMERCIO

PER AFFRONTARE  LA STAGIONE TURISTICA DEL PICENO

LE BANCHE DEL TERRITORIO METTONO A DISPOSIZIONE 270 MILIONI DI EURO

 

ASCOLI PICENO. Un bando per finanziare ammodernamenti delle strutture per l’ormai quasi avviata stagione turistica e un impegno sinergico fra Regione, associazioni di categoria e istituti di credito per agevolare l’accesso al credito delle  imprese che operano nel settore turistico. Arriva dunque un po’ di ossigeno per le aziende del Piceno che cercano di attrezzarsi  al meglio per la stagione turistica. Il plafond messo a disposizione dalle banche che operano nel territorio, a seguito dell’accordo con la Regione, ammonta infatti a 270 milioni di Euro.

Per il bando specifico su ristrutturazioni e ammodernamenti si potrà invece accedere a finanziamenti da 20mila a 100mila euro per ridare fiato agli investimenti delle imprese che operano nel settore del commercio. “La Cna di Ascoli – spiega Gino Sabatini, presidente dell’Associazione e vice presidente della Camera di Commercio – è impegnata in un lavoro di raccordo fra i vari settori dell’artigianato e del commercio per favorire la creazione di un sistema di sinergie che permettano a questo territorio di candidarsi sempre più come luogo di élite in quanto a ricettività turistica. Artigianato e commercio, artistico, agroalimentare e ricettività in genere sono gli elementi su cui puntare per cercare di vedere un futuro a tinte un po’ meno fosche”.

Fidimpresa Marche, braccio economico-finanziario della Cna di Ascoli, segnala a tale proposito il recente bando delle Regione che riguarda micro, piccole e medie imprese commerciali di vendita al dettaglio e di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande. “La misura – spiega Massimo Capriotti, direttore provinciale di Fidimpresa Marche – riguarda una gamma di interventi mirati a potenziare le capacità di penetrazione sul mercato di queste aziende. Un intervento estremamente importante in questa situazione difficile, per questo tutta la nostra struttura e i nostri uffici sul territorio sono a disposizione degli interessati per le consulenze del caso e per avviare le pratiche. I nostri uffici e i consulenti di tutta la struttura sono a disposizione delle imprese del settore per ogni tipo di consulenza, importantissima in questo momento nel quale le aziende non possono certo permettersi investimenti che non siano centrati al cento per cento”.

Il bando della Regione scadrà il 29 giugno e il contributo (minimo 20mila, massimo 100mila Euro) riguarda spese documentabili sostenute dal primo gennaio 2011 e fino ai 6 mesi successivi la pubblicazione della graduatoria del bando stesso. “Un sostegno alla spese delle imprese commerciali – precisa Francesco Balloni, coordinatore provinciale della Cna di Ascoli – che coprono di fatto un arco di due anni, ovvero il 2011 e il 2012 e che per le caratteristiche che ha risulta utilissimo per chi ha necessità di ampliare, ristrutturare e ammodernare strutture di vendita o ricettive”.