“PREMIO CAMBIAMENTI CNA “, VINCE LA START UP LINKY INNOVATION DI FERMO

L’iniziativa al Teatro Alfieri di Montemarciano. Prima della cerimonia di premiazione delle migliori neoimprese innovative, si è tenuta una tavola rotonda tra Cna, istituzioni, banche, Confidi e università su “Come far crescere l’idea di impresa”

 SCACCO MATTO AL TRAFFICO CITTADINO. IL PREMIO CNA CAMBIAMENTI 2108 PER LE MARCHE ALLA START UP “LINKY INNOVATION” DI FERMO

 Leonardo Mezzabotta Cna: “Tra le quasi 10 mila imprese avviate lo scorso anno, oltre un terzo dichiara di essere in difficoltà perché non riesce a finanziare la sua attività.”

 Scacco matto al traffico cittadino. Grazie allo skateboard elettrico ideato e prodotto dalla start up di Falerone (Fermo) Linky Innovation srl, limiti di accesso, parcheggi, orari dei mezzi pubblici non saranno più un problema. Progettato utilizzando materiali ad alte prestazioni, lo skateboard è dotato di un sistema di piega unico al mondo e si trasporta comodamente all’interno di uno zaino. Grazie ad una campagna di crowdfunding, la Linky Innovation è riuscita a metterlo in produzione e lo sta consegnando in tutto il mondo. In particolare sui mercati europei e statunitense. E’ alla Linky Innovation srl che è andato il Premio CambiaMenti 2018 per la regione Marche, organizzato dalla Cna. Un evento che si è tenuto lunedì 5 novembre al Teatro Alfieri di Montemarciano, in provincia di Ancona. Alla finale regionale del premio CambiaMenti hanno partecipato 38 imprese, selezionate dalla Cna Marche tra le neo imprese innovative che si sono costituite negli ultimi tre anni. Una giuria formata da esponenti dell’imprenditoria delle istituzioni e dell’Università ha scelto le idee imprenditoriali più innovative e meritevoli di sostegno per vincere la sfida dei mercati.

Al secondo posto nella classifica stilata dalla giuria troviamo Kazed srl, un’azienda di Tolentino (Mc) che ha aperto a gennaio 2018 e realizza prodotti di pelletteria personalizzati, grazie ad un sistema brevettato con interni di borse, portafogli e zaini modulabili, con accessori (astucci, portatablet, portapenne ecc) che possono essere staccati e usati anche separatamente. I prodotti sono protetti da un tessuto schermante brevettato e usato in campo aerospaziale, che evita ogni problema di smagnetizzazione di carte di credito o dei dispositivi elettronici.

Al terzo posto tra le neoimprese più innovative delle Marche troviamo Novabot di Senigallia (An), che ha brevettato prodotti tecnologici all’avanguardia come SmartBlox, un’applicazione per lo smartphone per stimolare la creatività di bambini ma che ha anche applicazioni in ambito medicale, per la diagnosi e il trattamento di alcune malattie. Inoltre Emotio, un sistema di sensori che crea effetti di luce con il movimento, da applicarsi negli spettacoli di danza. Infine VisioneT., una piattaforma integrabile con qualsiasi televisore, che permette di fare zapping tra le pagine web tramite un semplice telecomando.

“La Cna” ha sostenuto Luca Iaia responsabile Marketing della Cna nazionale “ha ideato il premio CambiaMenti, giunto alla terza edizione, per sostenere le piccole imprese con grandi idee che sono nate negli ultimi tre anni. Le migliori imprese, tra quelle che saranno selezionate per la finale nazionale di Roma del 30 novembre, riceveranno un premio in denaro e verranno seguite da consulenti della Cna, di Facebook, di Google e di Italia Startup nei primi anni della loro attività”.

Come far crescere l’idea di impresa. La premiazione delle neo aziende innovative è stata preceduta da una tavola rotonda dove esponenti di Regione, Cna, Confidi, Banche, Università si sono confrontati sulle strategie per sostenere le start up e le imprese innovative. Dopo i saluti del Sindaco di Montemarciano Liana Serrani e del presidente Cna Marche Gino Sabatini, vi hanno partecipato Leonardo Mezzabotta presidente Cna Giovani Impreenditori Marche; Graziano Giacani ideatore Brand Festival; Gianluca Gregori prorettore Università Politecnica delle Marche; Nicola Tommasi specialista Innovazione Intesa Sanpaolo; Alessandro Righi Societa Regionale di Garanzia Marche; Massimo Rocchi funzionario Assessorato regionale Istruzione, Formazione e Lavoro; Luca Iaia responsabile Marketing Cna nazionale.

“Tra le quasi 10 mila imprese avviate lo scorso anno” ha affermato Leonardo Mezzabotta “oltre un terzo dichiara di essere in difficoltà perché non riesce a finanziare la sua attività. Una barriera, quella dell’accesso al credito, che rappresenta anche un deterrente all’avvio di nuove attività, insieme alla burocrazia, al fisco e al costo del lavoro. Ostacoli che vanno abbattuti per promuovere la nuova imprenditorialità”.