PROGETTO WIDE, SEMINARIO DELLA CNA MARCHE

“FAVORIRE I PROGETTI INNOVATIVI NELLE PICCOLE IMPRESE”

UN SEMINARIO DELLA CNA MARCHE SUL PROGETTO EUROPEO WIDE

 

Sviluppare servizi utili a far emergere progetti innovativi  che altrimenti rimarrebbero nascosti nei cassetti dei piccoli imprenditori. E’ questo uno dei principali obiettivi che si pone il progetto europeo Wide, che vede la partecipazione di Cna Marche ed è finalizzato al sostegno dell’innovazione organizzativa, con particolare riferimento ai mercati dei Paesi del Mediterraneo.

Dopo una prima fase, che ha visto un’accurata indagine In Italia, Francia, Spagna e Grecia sui soggetti pubblici e privati che sostengono l’innovazione delle imprese, sono stati presi in esame i risultati ottenuti dalle imprese dell’area MED sul fronte dell’innovazione per poi individuare le azioni necessarie per migliorare questi processi e le criticità emerse in  concreto sul territorio.

Criticità e aspettative delle piccole e medie imprese rispetto ai processi di innovazioni, sono state oggetto del seminario organizzato dalla Cna Marche ad Ancona, al quale hanno partecipato la Presidenza regionale e l’intero gruppo dirigente dell’associazione. Le analisi scaturite dal progetto Wide sono state illustrate dal segretario regionale Cna Silvano Gattari e dai funzionari Cna Emilio Berionni e Marco Bilei. Il seminario è stato anche l’occasione per presentare le imprese marchigiane, abruzzesi e dell’Emilia Romagna che parteciperanno alla fase sperimentale del progetto Wide, che prevede piani di innovazione personalizzati sui quali ha relazionato Simone Petrelli, della società  Cna Tecnoquality, che seguirà le imprese in questi percorsi.

Le imprese selezionate per quest’ultima fase progettuale sono le marchigiane Fioretti Group (Montecosaro Mc); Francesca creazioni sposa (Morrovalle Mc); Neomec (Pesaro) ;Valeria Challenger Sails (Senigallia An); Tre Bi Allestimenti (Chiaravalle An). Con loro le abruzzesi  D &D pelletteria di Teramo, Italo Lupo di Pescara e Sar Snc di Chieti. Infine tre aziende dell’Emilia Romagna: OCM Clima e Tecnoagri di Ravenna, TryeCo 2.0 di Ferrara.

Si tratta di aziende della meccanica, abbigliamento, tessile, pelletteria, oreficeria, informatica applicata alla valorizzazione dei beni culturali, legatoria. Al progetto Wide chiedono di seguirli in percorsi finalizzati al risparmio energetico, all’ampliamento dei mercati, alla qualificazione dei collaboratori,  all’innovazione di processo e di prodotto, a migliorare la strategia organizzativa.

Wide è solo l’ultimo dei progetti cofinanziati dall’Unione Europea ai quali ha partecipato la Cna

Marche e che hanno avuto ricadute importanti sui territori e sulle imprese coinvolte. Negli ultimi mesi la Cna Marche si è impegnata nei progetti “Quambart” sulla qualità ambientale e “Presa” sul risparmio energetico per le imprese. Inoltre 70 imprese artigiane sono state coinvolte nel progetto “Belle Marche”, che ha finanziato con 130 mila euro iniziative commerciali verso l’estero. Infine la Cna Marche è presente in Serbia con il progetto “Tisaf”, con 20 imprese agevolate verso la catena della subfornitura per la Fiat, con il coinvolgimento del territorio e di altre eccellenze del sistema.

Foto Seminario Wide [Download non trovato]