RICOSTRUZIONE POST TERREMOTO, UN ACCORDO TRA UNI.CO. CONFIDI E L’ORDINE DEGLI INGEGNERI DI MACERATA

A oltre tre anni dal sisma sono 7.314 i marchigiani proprietari di abitazioni, che hanno presentato domanda per sistemare la propria casa lesionata. Un numero ancora esiguo, se si tiene conto del fatto che ad aver subito danni sono stati 45.184 edifici. Di questi, 29.886 immobili hanno subito danni gravi e 15.298 danni lievi. Ad aver presentato i progetti di ricostruzione al 31 dicembre 2019 sono stati 5.106 marchigiani per la ricostruzione leggera e 2.206 per quella pesante.

RICOSTRUZIONE POST TERREMOTO, UN ACCORDO TRA UNI.CO. SOC.COOP. E L’ORDINE DEGLI INGEGNERI DI MACERATA A SOSTEGNO DELLA PROGETTAZIONE DEI LAVORI

 Ricostruzione post terremoto. Un accordo è stato sottoscritto dal Confidi Uni.Co Soc.Coop. e dall’ordine degli ingegneri di Macerata.

Uni.Co garantirà ai professionisti, operanti nell’ ambito della ricostruzione, l’erogazione fino all’ 80 per cento dell’importo della parcella per ogni pratica di ricostruzione. Si tratta di un protocollo finalizzato a sostenere l’attività professionale degli ingegneri; attività strategica sia per l’opera di ricostruzione leggera che per quella pesante, in attesa che venga attivata la procedura pubblica e vengano ridotti i tempi necessari per la liquidazione delle somme.

Gli step procedurali previsti all’ interno dell’accordo, propedeutici all’ ottenimento dell’anticipazione da parte del Confidi, sono riassumibile in pochi passi.

L’Ingegnere, al quale sia stato affidato un formale incarico professionale da parte del soggetto danneggiato dal sisma,presenta al Confidi la parcella relativa alla progettazione necessaria ai fini della ricostruzione, corredata della documentazione tecnica dovuta.

Successivamente, l’ordine professionale al quale è iscritto l’Ingegnere,si occuperà di effettuare un duplice controllo, amministrativo della documentazione presentata e di verifica della determinazione dell’importo della parcella.

A questo punto Uni.Co. , dopo aver effettuato le opportune valutazioni, provvederà ad erogare una linea di “credito diretto” con la quale verrà finanziato fino all’80% dell’importo della parcella consegnata dal professionista, relativa alla progettazione.

Il Direttore Generale di Uni.Co, Dott. Paolo Mariani, dichiara, con questo accordo, di volere stare al fianco sia delle popolazioni colpite dal sisma, sia delle classi professionali  che lavorano  nel cratere con l’obiettivo di facilitare le pratiche della ricostruzione e l’accelerazione dei lavori.

Dal suo canto l’ing.Maurizio Paulini, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Macerata, si dichiara soddisfatto dell’accordo raggiunto, evidenziando come lo stesso, non in competizione con le altre forme di facilitazioni previste, vada nella direzione di aiutare i professionisti fortemente impegnati nella progettazione finalizzata alla ricostruzione delle aree del cratere.