“Ripresa Italia”.Accordo tra Unicredit e le Associazioni dell’artigianato e del commercio.

 Nei giorni scorsi è stato sottoscritto l’Accordo Quadro Nazionale “Ripresa Italia” tra le Confederazioni dell’artigianato e del commercio riunite in Rete Imprese Italia e Unicredit.

Il progetto “Ripresa Italia”, finalizzato ad accompagnare il sistema delle piccole e medie imprese nella fase di ripresa economica attraverso un supporto finanziario mirato, si inserisce nel percorso strutturato di interventi attivato in collaborazione con le Associazioni di categoria e i Confidi fin dal primo manifestarsi della crisi e che si è concretizzato:

–          dapprima, nel novembre 2008, nel progetto “Impresa Italia” volto a fornire sostegno e risorse finanziarie alle PMI in una fase di grave crisi di liquidità;

–          successivamente, nel settembre 2009, nel progetto “SOS Impresa Italia” per supportare le PMI strutturalmente sane a superare il difficile contesto congiunturale attraverso strumenti di intervento straordinari.

Con il progetto “Ripresa Italia” Unicredit si propone di consolidare ulteriormente la propria partnership con il sistema delle PMI, attraverso il canale associativo e dei Confidi, mettendo a disposizione un plafond di finanziamenti pari a un miliardo di euro, che si aggiunge a quello previsto per “SOS Impresa Italia”, con l’obiettivo di sostenerlo nel cogliere le nuove opportunità di crescita. Inoltre, in ragione della volontà della Banca di supportare le imprese in tutte le fasi della crisi, la stessa proseguirà anche il progetto “SOS Impresa Italia” per tutto il 2011 estendendolo altresì alle imprese di medie dimensioni.

Il progetto si articola su cinque linee di azione volte a recepire le specifiche esigenze finanziarie delle PMI nell’attuale contesto:

–          ripresa del ciclo produttivo con interventi sia di breve sia di medio termine per sostenere l’aumento del fabbisogno finanziario;

–          innovazione e competitività con interventi a supporto di investimenti immateriali e della fase di start up;

–          reti di impresa e altre forme di aggregazione orizzontale tra le imprese;

–          internazionalizzazione per avviare o consolidare la presenza delle imprese sui mercati esteri;

–          sostenibilità e formazione a sostegno dell’imprenditoria giovanile.

In relazione ai primi due punti, Rete Imprese Italia e Unicredit hanno già predisposto una gamma di prodotti specifici, mentre provvederanno ad elaborare i prodotti volti a soddisfare le altre tipologie di esigenze finanziarie nei prossimi mesi, anche attraverso il contributo di appositi tavoli di lavoro congiunti.

La Banca si è impegnata ad applicare alle imprese socie delle Associazioni riunite in Rete Imprese Italia condizioni economiche particolarmente vantaggiose, prevedendo tassi differenziati in ragione della forma tecnica dell’intervento, del profilo di rischio dell’impresa e della presenza della garanzia rilasciata dal Confidi.

 IN ALLEGATO:

[Download non trovato] [Download non trovato]