SILVESTRINI : PIU’ SOSTEGNO ALLE PMI SUI MERCATI INTERNAZIONALI

foto silvestrini (2)“PRODUZIONE INDUSTRIALE POLITICHE PIÙ ROBUSTE ED EFFICACI PER SOSTENERE E INCENTIVARE LE PMI SUI MERCATI INTERNAZIONALI”

“Bisogna fare di più per sostenere il Made in Italy sui mercati internazionali. In particolare il tessile, l’abbigliamento, la pelletteria, il legno e l’arredo. I nostri prodotti, infatti, insidiati in casa da importazioni a basso costo, sono contrastati all’estero da una concorrenza spregiudicata”. Lo chiede Sergio Silvestrini, Segretario Generale della CNA, commentando i dati della produzione industriale di novembre 2015 confrontati con le importazioni e le esportazioni.

“Finalmente il 2015 si è dimostrato un anno di svolta per il manifatturiero italiano. Nei primi undici mesi – sottolinea – la crescita è stata dell’1,1 per cento rispetto al 2014, tale da garantire finalmente il segno positivo a fine anno. Preoccupa, però, l’andamento del Made in Italy tradizionale. Tra gennaio e novembre le produzioni del tessile/abbigliamento/pelle sono arretrate del 3,8 per cento, quelle del legno/ arredo sono diminuite dello 0,4 per cento”.

“Eppure – continua– i consumi delle famiglie hanno segnato un incremento, sia pure tiepido, crescendo dell’uno per cento. Ma a soddisfare questa domanda aggiuntiva sono state soprattutto le importazioni, salite del 5,7 per cento nel tessile/abbigliamento/pelle e del 5 per cento nel legno/arredo. Viceversa, le esportazioni sono aumentate rispettivamente solo dello 0,6 e del 3,1 per cento”. “E’ allora indispensabile – conclude Silvestrini – una più efficace e robusta politica a sostegno delle Pmi per incentivare la loro presenza sui mercati internazionali e incrementare la quota di fatturato che realizzano all’estero”.