SISTEMA MODA, RIPARTONO LE VENDITE SUL MERCATO INTERNO MA NEL PRIMO TRIMESTRE 2015 FRENANO LE ESPORTAZIONI

foto moda abitoLe imprese marchigiane del calzaturiero e dell’abbigliamento hanno partecipato al primo “Matching Day Nazionale della Moda”, per cercare nuove opportunità di business per fermare la lunga crisi. Dal 2009 a giugno 2015 perse 618 aziende e 2 mila posti di lavoro.

 Sistema moda delle Marche. Dopo anni di calo, a maggio 2015, per la prima volta sono ripartite le vendite sul mercato interno. Soprattutto calzature, articoli in cuoio e da viaggio (+2,4) ma anche abbigliamento ed accessori (+0,4). Ad affermarlo il Centro Studi Sistema su dati Istat.

“Si tratta di segnali incoraggianti per settori che” commenta Anna Maria Dichiara presidente Federmoda Cna Marche “tra il 2009 e il 2014 hanno dovuto affrontare una lunga crisi con la perdita di 487 imprese e di oltre 1.500 posti di lavoro.”

La perdita di imprese del sistema moda marchigiano è proseguita anche nel primo semestre del 2015, con la chiusura di 357 aziende a fronte di 226 nove attività, per un saldo negativo di 131 imprese di cui 101 nel calzaturiero. Con loro se ne sono an dati anche altri 400 posti di lavoro. Attualmente le imprese marchigiane del sistema moda sono 6.317 di cui 3.983 del distretto calzaturiero e 2.334 del tessile – abbigliamento.

“La ripresa del mercato interno” sostiene Dichiara “è fondamentale per le nostre aziende ma noi puntiamo anche sulle reti d’impresa e sul commercio elettronico per potenziare le vendite all’estero.”

Con questo obiettivo Federmoda Cna Marche ha costituito la community “Mood Market”, il portale della moda marchigiana attivo dallo scorso novembre. Vi hanno aderito già 91 imprese che possono promuovere i loro prodotti e le loro lavorazioni, creando nuove relazioni di business tra loro. Inoltre le aziende aderenti a “Mood Market” hanno partecipato presso il Palazzo del Turismo di Riccione al primo “Matching Day Nazionale della Moda”, organizzato dalla Cna Federmoda Marche, con il sostegno di Cna Federmoda Nazionale e Riccione Moda Italia. Gli imprenditori marchigiani si sono incontrati con i loro colleghi delle altre regioni italiane con l’obiettivo di avviare collaborazioni produttive e commerciali nei settori calzature, abbigliamento, tessile, maglieria, accessori, pelletteria, oltre a stile e modellistica.

Solo grazie all’export negli ultimi cinque anni si è evitato il tracollo di interi distretti produttivi della moda marchigiana. Infatti, dopo aver toccato il punto più basso nel 2009 con appena 7,9 miliardi di euro di merce esportata si è risaliti fino ai 12,3 miliardi di euro del 2014, ritornando ai valori precedenti la crisi. Una crescita, quella dell’export del sistema moda, che ha registrato una frenata nel primo trimestre del 2015, quando sono stati esportati prodotti per 2,8 miliardi rispetto ai 3,1 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente, con la perdita di 218 milioni pari al 7,1 per cento

“Si tratta” conclude Dichiara “di un segnale che deve indurci a non abbassare la guardia perché la concorrenza sui mercato esteri è molto forte. Per questo, iniziative come il nostro portale e come la partecipazione delle aziende marchigiane al Matching Day nazionale della moda, sono utilissime e vanno intensificate, insieme all’impegno per far ripartire stabilmente il mercato interno. Ma questo è un compito che spetta alle istituzioni. Per rilanciare i consumi va ridotto il peso fiscale su imprese e cittadini”.

L’addetto Stampa: Sergio Giacchi

 

Imprese attive nelle Marche

  2009 2014 var.%
tessile 463 450 -13 -2,8
abbigliamento 1.953 1.882 -71 -3,6
calzature pelli cuoio 4.437 4.034 -403 -9,1
manifatture 21.402 19.860 -1.542 -7,2
totale imprese 160.237 153.625 -6.612 -4,1

Fonte: elab. centro studi Sistema – CNA Marche su dati Infocamere

 

 

Sistema moda e sue componenti – imprese attive, nuove imprese e cessazioni nelle Marche – I semestre 2015

  Attive

alla fine

del I semestre

Nuove imprese

iscritte nel

I semestre

Cessate nel

I semestre

Saldo

iscritte-cess.

Saldo in % sulle attive
1 tessile 436 9 22 -13 -3,0
2 abbigliamento 1.898 87 104 -17 -0,9
1 e 2 Tessile e abbigliamento 2.334 96 126 -30 -1,3
3 pelli cuoio e calzature 3.983 130 231 -101 -2,5
1, 2 e 3 Sistema moda 6.317 226 357 -131 -2,1
manifatture 19.725 471 777 -306 -1,6

Fonte: elab. centro studi Sistema – CNA Marche su dati Infocamere

 

 

 

Export dalle Marche per Anno e Merce – Valori in Euro, dati cumulati

  2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 revisionato
CB13-Prodotti tessili 89.406.628 82.631.639 64.152.806 78.760.994 95.226.070 102.344.660 95.226.070 101.069.663
CB14-Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia) 564.341.291 505.701.886 393.200.781 465.285.406 549.694.320 495.604.735 549.694.320 599.654.019
CB15-Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili 2.011.690.061 1.938.337.121 1.518.125.110 1.683.522.255 2.118.342.362 2.031.319.037 2.118.342.362 2.081.506.215
TAC (“SISTEMA MODA”) 2.665.437.980 2.526.670.646 1.975.478.697 2.227.568.655 2.763.262.752 2.629.268.432 2.763.262.752 2.782.229.897
C-PRODOTTI DELLE ATTIVITA’ MANIFATTURIERE 12.377.486.225 10.581.995.969 7.929.041.699 8.799.448.726 11.458.074.227 10.227.034.390 11.458.074.227 12.318.790.757
% sistema moda su totale export manifatturiero 21,5 23,9 24,9 25,3 24,1 25,7 24,1 22,6

Fonte: elaborazione Centro Studi Sistema u dati Istat – Coeweb

 

 

Export dalle Marche – Periodo riferimento: I trimestre 2015 – Valori in Euro

  2014 revisionato 2015 provvisorio var.%
CB13-Prodotti tessili 22.061.774 24.869.089 2.807.315 12,7
CB14-Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia) 166.921.232 148.636.939 -18.284.293 -11,0
CB15-Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili 595.727.523 562.576.338 -33.151.185 -5,6
C-PRODOTTI DELLE ATTIVITA’ MANIFATTURIERE 3.072.331.314 2.853.580.499 -218.750.815 -7,1

Fonte: elaborazione Centro Studi Sistema u dati Istat – Coeweb