SOSPESO IL FERMO DELL’AUTOTRASPORTO

 

I TIR MARCHIGIANI VIAGGERANNO REGOLARMENTE.

 

Niente fermo dell’autotrasporto. Scongiurato per le Marche il rischio di finire come la Sicilia. Oggi, lunedì 23 e per tutta la settimana, contrariamente a quanto annunciato, i Tir circoleranno regolarmente. Ha vinto la linea della trattativa voluta dalla Cna Fita contro l’oltranzismo della protesta predicato da altre sigle di categoria.“Nelle scorse settimane” afferma il segretario regionale Cna Fita Riccardo Battisti “ è aperto un tavolo di confronto con Confindustria e Confetra allo scopo di trovare una soluzione per il recupero dei costi di gestione di gasolio e autostrade. Confronto che prosegue. Così come il confronto con il Governo che nei giorni scorsi ha dato la disponibilità affinché siano più celeri i rimborsi delle accise sul gasolio anno 2011 ed ha garantito  la predisposizione di una norma che permetta il rimborso delle accise 2012 trimestralmente”

Il Governo, informa la Cna Fita,  ha valutato l’applicazione delle norme sui costi minimi di sicurezza, legge dal 2008, confermando  la difficile applicazione della norma ritenendo utile su questo un intervento legislativo sulle sanzioni ed un invito alle parti per un serio confronto. Il Governo si è inoltre espresso sul recepimento del regolamento dell’Unione Europea  in quanto deve essere valutato l’impatto di detta norma sul’accesso al mercato.

E’ stato dunque sospeso un fermo che la Cna Fita, al contrario di altre sigle sindacali, non aveva mai proclamato per le gravi conseguenze sull’economia in una situazione di grande difficoltà per i continui aumenti del costo del gasolio. Sui costi minimi di esercizio, ricorda la CNA FITA,  il Governo, ha già accolto un ordine del giorno dal Parlamento  condividendo pienamente la necessità di riconoscere agli autotrasportatori la copertura dei costi incomprimibili della sicurezza. Inoltre, è stato già predisposto e sarà prossimamente sottoscritto il decreto interministeriale di riparto delle risorse – 400 milioni di euro -previste per il settore dalla legge di stabilita per il 2012, che non saranno soggette a riduzione. È altresì in via di conclusione il procedimento di emanazione del decreto che disciplina le procedure per l'applicazione delle sanzioni concernenti la tutela della sicurezza stradale. Circa l'aumento del costo delle assicurazioni il Governo è intervenuto presso l'associazione delle imprese assicuratrici per approfondire e porre rimedio alla situazione di aumento generalizzato dei premi assicurativi RC-auto ed ha effettuato una segnalazione all'Antitrust per attivare una verifica sull'eventuale esistenza di intese o di operazioni restrittive della concorrenza tra le compagnie di assicurazione.

La CNA FITA vigilerà sul mantenimento di questi impegni da parte del Governo, operando, come ha sempre fatto, nell’esclusivo interesse degli autotrasportatori e pronta al fermo ed a forme di protesta più eclatanti qualora le richieste della categoria non dovessero essere accolte.