STEFANO SPERNANZONI NUOVO PRESIDENTE DI FORMART, L’ENTE DI FORMAZIONE DELLA CNA MARCHE

Foto Contigiani e SpernanzoniSostituisce Mariano Contigiani, che ha guidato Formart dal 1997, anno della sua costituzione.

 

STEFANO SPERNANZONI NUOVO PRESIDENTE DI FORMART,

L’ENTE DI FORMAZIONE DELLA CNA MARCHE

 

Lo scorso anno, oltre mille disoccupati, cassintegrati, apprendisti, imprenditori e dipendenti di aziende artigiane hanno partecipato ai 70 corsi organizzati da Formart nelle Marche

 

Stefano Spernanzoni, artigiano maceratese di cinquantadue anni, è il nuovo presidente di Formart Marche, l’ente di formazione della Cna. Nominato dal comitato direttivo dell’ente, sostituisce Mariano Contigiani, che ha guidato Formart dal 1997, anno della sua costituzione.

Lo scorso anno, oltre mille disoccupati, cassintegrati, apprendisti, imprenditori e dipendenti di aziende artigiane hanno partecipato ai 70 corsi organizzati da Formart, su tutto il territorio regionale.

Secondo l’indagine Excelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro, il 12,4 per cento dei lavoratori qualificati che servirebbero alle imprese marchigiane, viene considerato di difficile reperimento mentre il 53,3 per cento dei nuovi assunti necessita  di attività di formazione.Foto Contigiani e Spernanzoni

“In un anno difficile come il 2013” ha affermato Spernanzoni “Formart ha cercato di dare risposte ai fabbisogni formativi del sistema imprenditoriale marchigiano, realizzando corsi di formazione continua e, soprattutto riservando grande attenzione  agli apprendisti, patrimonio umano e professionale fondamentale per la competitività delle nostre piccole imprese.”

I settori produttivi interessati dai corsi di Formart Cna sono stati quelli della meccanica, impiantistica, tessile, mobile, calzature, edilizia ma anche artigianato artistico, ambiente e turismo.

Quest’anno” ha concluso Spernanzoni “proseguiremo e intensificheremo la nostra attività formativa sul territorio regionale, , con particolare attenzione alle opportunità offerte dal nuovo programma europeo ‘Garanzia Giovani’ che prevede  misure di sostegno per favorire l’inserimento professionale, il tirocinio e l’apprendistato dei giovani senza lavoro”