TTIP – TAVOLA ROTONDA DELLA CNA A BRUXELLES

foto vaccarinoVaccarino: “un buon Ttip a misura di Pmi per rilanciare l’economia italiana ed europea”

 “Un  buon TTIP a misura di Pmi per rilanciare l’economia italiana ed Europea.” La CNA ha chiamato a Bruxelles questa mattina  a discutere i protagonisti del negoziato transatlantico UE-USA sul libero scambio, all’interno del Parlamento Europeo. Una tavola rotonda che ha visto la partecipazione, tra gli altri, dell’Ambasciatore USA presso l’Unione europea, Anthony L. Gardner, di  Lutz Guellner, della Direzione Generale Commercio della Commissione Europea ed è  stata conclusa dal Presidente della CNA Daniele Vaccarino.

“La volontà e i bisogni delle piccole e medie imprese, di entrambe le sponde dell’Atlantico – ha detto Vaccarino – devono essere sostenuti attraverso la creazione di una corsia preferenziale specifica per le loro esigenze di crescita e di sviluppo”.

“Per questo chiediamo al Parlamento e alla Commissione europea la costituzione di una “SMEs Task Force” costituita da Organizzazioni delle Pmi europee e Usa con la missione di accompagnare i prossimi round negoziali. Una Task Force che dovrà lavorare per fornire pieno supporto agli organismi chiamati alla consultazione, a partire dal Comitato economico e sociale europeo e dall’Advisory Group della Commissione Europea. Allo stesso modo riteniamo utile un programma congiunto Europa-Usa per sostenere le attività promosse dalla Task Force”.

“Indichiamo da subito – ha proseguito Vaccarino – i primi argomenti da affrontare: una energica semplificazione delle procedure doganali ed amministrative; l’armonizzazione dei sistemi di informatizzazione, compresa la condivisione di un set-base di documenti per l’export; l’adozione, in tempi brevi, di un “Help Desk” Ue Usa multilingua, per raccogliere, catalogare e supportare le Pmi nella soluzione di problematiche di tipo tecnico, normativo amministrativo e burocratico”.

“Quanto alla Commissione europea, che ha avviato la revisione dello “Small Business Act”, chiediamo maggiore determinazione e la costituzione di un organismo leggero di coordinamento, una sorta di “Small Business Autorithy Europea”, capace di coordinare e monitorare una nuova politica industriale UE, in stretta collaborazione con le organizzazioni rappresentative delle micro, piccole e medie imprese”.

“Un organismo che dovrà operare e collaborare con le autorità Usa – ha concluso Vaccarino – su temi importantissimi come il sistema degli appalti e i sistemi di accesso al credito e al mercato dei capitali, fino alla gestione delle calamità naturali e del loro impatto sulle piccole imprese”.

La tavola rotonda

I lavori sono stati aperti da Patrizia Toia, S&D-PD, Vicepresidente ITRE Commissione per l’industria, la ricerca e l’energia, da Antonio Franceschini, Responsabile Ufficio Promozione e Mercato Internazionale CNA Nazionale, e da Luc Hendrickx, Direttore Politiche per le Imprese UEAPME.

Numerosi esponenti politici e istituzionali hanno partecipato alla discussione: Fabrizio Lucentini, Coordinatore Politica Commerciale Rappresentanza Permanente dell’Italia presso l’UE; Marietje Schaake, ALDE – Vicepresidente Delegazione relazioni con gli USA e Commissione Commercio Internazionale al Parlamento Europeo; Nicola Danti, Vice presidente Commissione IMCO S&D; Salvatore Cicu, PPE – FI – Membro INTA – Commissione Commercio Internazionale al Parlamento Europeo; Panagiotis GKOFAS, Consigliere Categoria PMI/ARTIGIANATO Comitato Economico e Sociale Europeo.