UNIONCAMERE MARCHE, SABATO 22 GIUGNO LA GIORNATA DELL’ECONOMIA – COLLI DEL TRONTO

Logo UnioncamereLe Marche dalla resilienza allo sviluppo: quali prospettive, per quale futuro?

Previste le relazioni di Adriano Federici per l’Unioncamere, Giacinto Micucci per la Banca d’Italia e Gian Luca Gregori per l’Università Politecnica delle Marche. Alla tavola rotonda, moderata dal direttore del Corriere Adriatico Paolo Traini,  interverranno il presidente della Regione Spacca ed i rappresentanti dell’imprenditoria marchigiana: Aguzzi per l’artigianato, Calabresi per il commercio, Formentoni per il calzaturiero, Pieralisi per l’industria e Ubaldi per l’edilizia.

Negli anni della crisi, tra il 2009 e il 2012, le imprese marchigiane in attività sono scese da 160.237 a 157.615, con la scomparsa di 2.622 aziende di cui 783 manifatturiere e 784 dell’edilizia. Nello stesso periodo le persone in cerca di occupazione sono passate da 46.487 a 64.725 con 18.238 nuovi disoccupati  di cui 12.600 giovani sotto i 24 anni. Dopo quasi un quinquennio di crisi prolungata, il sistema produttivo e il mercato del lavoro regionali sono in grave difficoltà. Soprattutto i giovani e le donne, che non riescono a trovare lavoro. E’ al mondo giovanile che guarda la “11° Giornata dell’Economia delle Marche”, organizzata dall’Unioncamere al Centro Congressi dell’Hotel Casale di  Colli del Tronto,(Ap)  sabato 22 giugno alle ore 10.  In occasione dell’iniziativa, verrà presentato un ampio e articolato rapporto sullo stato dell’economia marchigiana, che si propone di offrire una lettura nuova ed originale del territorio e delle tendenze evolutive dei sistemi produttivi.

Il quadro economico regionale verrà presentato dal presidente di Unioncamere Marche Adriano Federici nella relazione introduttiva.

Anche nel 2012” afferma Federici “abbiamo assistito ad un ridimensionamento dell’imprenditorialità regionale, in particolar modo delle piccole e medie imprese che costituiscono l’ossatura del nostro sistema economico. Inoltre alla contrazione dei consumi, registrata in regione, si è aggiunta una marcata stretta creditizia. In mancanza di risorse, le imprese marchigiane non si trovano pronte ad affrontare i necessari investimenti per favorire la ripresa economica”

Sarà il responsabile dell’Ufficio Studi regionale della Banca D’Italia Giacinto Micucci ad affrontare il trema del credito e della situazione economica e finanziaria delle imprese negli anni della crisi. Inoltre il preside della Facoltà di Economia “G.Fuà” dell’Università Politecnica delle Marche Gian Luca Gregori parlerà dell’economia digitale e dei giovani: quali nuove opportunità di sviluppo. Infine è prevista una tavola rotonda  per ascoltare le voci delle istituzioni e degli imprenditori marchigiani sui temi del credito, dell’internazionalizzazione, dei giovani, dell’economia digitale e dell’innovazione. A confrontarsi saranno il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca, Giorgio Aguzzi in rappresentanza dell’artigianato, Fausto Calabresi per il commercio e turismo,  Renzo Formentini per il comparto calzaturiero, Gennaro Pieralisi  in rappresentanza degli industriali e Massimo Ubaldi per il settore edile. A moderare il dibattito che avrà come titolo “Le Marche dalla resilienza allo sviluppo: quali prospettive, per quale futuro?”, sarà il direttore del Corriere Adriatico Paolo Traini.